Figuracce ovali: i Giochi della Gioventù saltano all'ultimo

Questioni di soldi e preventivi hanno rinviato le finali di Parma a 48 ore dal fischio d'inizio.

minirugby

La notizia la riporta Repubblica ed è lo specchio di questo Paese, dove le cose vengono fatte in maniera approssimativa, dove le colpe vengono rimbalzate di qua e di là e dove la scuola conferma il disinteresse, quasi il fastidio, nei confronti dello sport.

Di cosa parliamo? Delle finali di rugby dei Giochi della Gioventù, in programma ieri e oggi a Parma, con visita domani all'Expo di Milano. Finali che dovevano venir finanziate da Fir e Miur, ma un 'disguido' ha cancellato tutto. Perché il Ministero voleva i preventivi di spesa con 30 giorni d'anticipo rispetto alle finali, ma alla Fir sarebbero stati chiesti solo pochi giorni fa. Impedendo, come scrive Repubblica, le "procedure di controllo preventivo presso gli uffici competenti" e, dunque, dal Ministero è arrivato lo stop.

Poco importa che i ragazzi, tra i 12 e i 16 anni, fossero già pronti a partire, molti accompagnati dai genitori che si erano organizzati per avere il weekend libero. Poco importa se i campi da gioco erano pronti e gli alberghi, a Salsomaggiore, già prenotati. Tutto rinviato, forse a settembre, e per 600 rugbisti una delusione cocente. E, intanto, Ministero e Fir si rimbalzano le responsabilità che, così, non sono di nessuno.




  • shares
  • Mail