Affari italiani: Cavalieri Prato addio, il titolo sportivo va a Firenze?

Dopo le voci di fusione, ora un'indiscrezione ancora più cupa arriva dalla Toscana e riguarda la squadra pratese.

cavalieri-prato-addio

Scrivevamo solo ieri della possibile fusione tra i Cavalieri Prato e il Prato Sesto per la prossima stagione in Serie A, ma ora le voci che arrivano dalla Toscana gettano ombre ancor più cupe sul futuro del club pratese.

Senza soldi, senza rosa, infatti, la fusione con il Prato Sesto avrebbe effettivamente poco senso (per il Prato Sesto, ovviamente) e, dunque, che succederà? Sulle pagine del Tirreno (ma un lettore del blog lo aveva anticipato sulla pagina Facebook di Rugby 1823) si profila l'ipotesi che i Cavalieri Prato scompaiano dal panorama rugbistico italiano, per lo meno quello di alto livello, con il titolo sportivo che potrebbe venir ceduto al Firenze, retrocesso quest'anno in Serie B.

Un'ipotesi smentita dalla dirigenza dei Cavalieri, ma che appare più che una semplice boutade giornalistica. I problemi finanziari e societari degli ultimi anni sono evidenti e davanti agli occhi di tutti (anche a quelli che hanno fatto finta di non vedere per mesi, vero Tirreno?) e anche allestire una squadra di Serie A appare oggi dura per i pratesi.

Non solo, perché come dice sul Tirreno l'esponente del Partito Democratico pratese Nicola Ciolini "Mi giunge voce che l'accesso all'impianto del "Chersoni" sarebbe stato negato alle giovanili da ormai diversi mesi". Insomma, il calvario per gli appassionati e i tifosi dei Cavalieri Prato continua.


Foto | Daniela Pasquetti

  • shares
  • Mail