Polemiche ovali: giochi ai mondiali? Ti pago il 40% in meno

Denuncia da parte di un giocatore delle isole pacifiche nei confronti dei club europei.

dan-leo

Vuoi un ricco contratto con un club di Top 14 o Premiership? Allora rinuncia alla nazionale, anche se tra pochi mesi ci saranno i Mondiali. L'accusa è del samoano Dan Leo, che racconta come esistano due tipi di contratti proposti ai giocatori delle Fiji, Samoa e Tonga.

"Ho avuto spesso pressioni per scegliere se giocare o no per la mia nazione in carriera. Oggi probabilmente è anche peggio, perché la pressione dei club è più 'convincente' - ha dichiarato a Planetrugby -. In confidenza posso dirvi che ogni giocatore di Samoa, Tonga e Fiji che è in trattative con un club subirà pressioni per rinunciare ai test internazionali. Due contratti, due salari, uno per chi si ritira o rinuncia ai test e uno per chi non accetta. E viene pagato il 30-40% in meno".

Un'accusa diretta che scatenerà non poche polemiche. Interverrà la World Rugby di fronte a queste parole?




© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail