Sei Nazioni 2015: l'Irlanda soffre ma batte la Francia

Sei Nazioni 2015 - A Dublino si è concluso il big match di giornata tra le due squadre vincenti nel primo turno del Torneo.

sei-nazioni-2015-irlanda-francia-risultato

Il match inizia con le due squadre che si studiano a fondo, ma né Irlanda né Francia sembrano capaci dell'affondo vincente. Così a mettersi in mostra sono Jonathan Sexton e Camille Lopez con i calci tattici che cercano di far guadagnare metri alle rispettive squadre. Si arriva al 13', quando un fallo in mischia della Francia dà a Sexton la palla per il primo vantaggio e l'apertura irlandese centra i pali. Tre minuti dopo è Spedding a obbligare al fallo Kearney e Lopez mette tra i pali, ma il pareggio dura poco, perché al 18' è di nuovo Sexton a piazzare tre punti.

Il piede del numero 10 irlandese fa danni, complicando la vita a una Francia che non trova soluzioni alternative per gestire l'ovale e costruire azioni pericolose d'attacco. Al 32' doppio colpo per la Francia che perde Thomas per infortunio, mentre un nuovo fallo permette all'Irlanda di allungare sul 9-3. Due minuti e il fallo è di O'Brian e Lopez accorcia il distacco. Al 37' mani in ruck francesi e il primo tempo si chiude con Sexton che fissa il punteggio sul 12-6.

Highlights primo tempo

Al 44' scontro durissimo tra la testa di Sexton e quella di Bastareaud, con entrambi i giocatori obbligati a uscire per sangue. E poco dopo è Ian Madigan, entrato per il numero 10 irlandese, ad allungare, ancora una volta col piede. Al 53' giallo a Pascal Papè e Francia che dovrà resiste in inferiorità numerica per 10 minuti e già in svantaggio di nove punti.

All'ora di gioco è l'Irlanda a vedersi comminare un cartellino giallo, questa volta a Rory Best, ma Camille Lopez sbaglia il piazzato seguente al fallo del tallonatore irlandese. Nonostante l'inferiorità, però, è ancora l'Irlanda ad allungare al 67' sempre con il piede di Sexton. Si arriva al 71' la prima meta del match, e la marca la Francia con Romain Taofifenua, che finalmente sblocca i Bleus ancora a quota zero mete nel torneo. Ma non basta e l'Irlanda resta a punteggio pieno.

Il tabellino


IRLANDA – FRANCIA 18-11
Sabato 14 febbraio, ore 18.00 - Aviva Stadium, Dublino
Irlanda:

15 Rob Kearney, 14 Tommy Bowe, 13 Jared Payne, 12 Robbie Henshaw, 11 Simon Zebo, 10 Jonatahn Sexton, 9 Conor Murray, 8 Jamie Heaslip, 7 Sean O'Brian, 6 Peter O'Mahony, 5 Paul O'Connell, 4 Devin Toner, 3 Mike Ross, 2 Rory Best, 1 Jack McGrath
In panchina: 16 Sean Cronin, 17 Cian Healy, 18 Martin Moore, 19 Iain Handerson, 20 Jordi Murphy, 21 Isaac Boss, 22 Ian Madigan, 23 Felix Jones
Francia: 15 Scott Spedding, 14 Yoann Huget, 13 Mathieu Bastareaud, 12 Wesley Fofana, 11 Teddy Thomas, 10 Camille Lopez, 9 Rory Kockott, 8 Damien Chouly, 7 Bernard Le Roux, 6 Thierry Dusautoir (c), 5 Yoann Maestri, 4 Pascal Papé, 3 Rabah Slimani, 2 Guilhem Guirado, 1 Eddy Ben Arous
In panchina: 16 Benjamin Kayser, 17 Uini Atonio, 18 Vincent Debaty, 19 Romain Taofifenua, 20 Loann Goujon, 21 Morgan Parra, 22 Rémi Talès, 23 Rémi Lamerat
Marcatori: 13' cp. Sexton, 16' cp. Lopez,18' cp. Sexton, 32' cp. Sexton, 35' cp. Lopez, 38' cp. Sexton, 50' cp. Madigan, 67' cp. Sexton, 70' m. Taofifenua

La presentazione del match


sei-nazioni-2015-irlanda-francia-anteprima

Philippe Saint-André non ha mai perso contro l'Irlanda quando giocava, ma da allenatore della Francia sta ancora aspettando la prima vittoria contro gli uomini in verde. Poi va ricordato che Irlanda e Francia si sfideranno anche ai prossimi Mondiali e che le due squadre arrivano all'appuntamento con una vittoria per capire che il match promette di essere quello più intenso del weekend.

L'anno scorso la vittoria irlandese a Parigi ha coinciso con l'addio di Brian O'Driscoll, ma da allora se l'Irlanda ha continuato a vincere, la Franica ha sofferto alla ricerca di un gioco e di risultati che latitano. La vittoria dei Bleus sulla Scozia non ha convinto nonostante il 15-8, mentre l'Irlanda ha faticato a prendere il largo a Roma contro l'Italia. E Saint-André sa che la sua squadra dovrà migliorare se vorrà provare a espugnare Dublino.

“L'Irlanda è una squadra molto disciplinata, di norma commettono meno errori rispetto alla Scozia. Sono sicuri di sé, hanno vinto otto partite consecutive e sono i favoriti per il titolo. Dobbiamo sfidarli in ogni area del gioco, affrontarli nel gioco aereo – dove sono forti – placcare duro e non concedere nulla. Per noi vincere in trasferta contro un top team sarebbe importante e per farlo dobbiamo essere più efficienti di come siamo stati con la Scozia” le parole del coach francese.

Per farlo Saint-André ha fatto un solo cambio rispetto allo scorso weekend, con l'infortunato Alexandre Menini sostituito da Eddy Ben Arous. Joe Schmidt e l'Irlanda, invece, cambiano più pedine, visto gli importanti ritorni di Jonathan Sexton, Jamie Heaslip e Sean O'Brian titolari e Cian Healy in panchina.

Sexton torna all'apertura dopo aver concluso il protocollo per le commozioni cerebrali che gli ha fatto saltare la sfida con l'Italia. E parlando del numero 10 del Racing Métro Joe Schmidt ha ammesso che della Francia teme proprio il corrispettivo in blu. “Camille Lopez è un ottimo giocatore, ha intuito, è istintivo e ciò dà numerose opzioni alla sua squadra. Abbiamo provato a studiare ogni possibile tattica della Francia per fermarli. I ritorni sono importanti per noi, ma dovremo ritrovare quegli automatismi che non abbiamo potuto allenare nelle ultime settimane” conclude Schmidt.

Il match inizierà alle ore 18 con diretta tv su DMAX e possibilità di vederlo in streaming sul sito del canale.


!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?'http':'https';if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+'://platform.twitter.com/widgets.js';fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document, 'script', 'twitter-wjs');

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail