Pro 12: Zebre, la "privatizzazione" passa da Rovigo?

Gli incontri tra Alfredo Gavazzi e Francesco Zambelli fanno presagire l'ingresso del patron rossoblu nella società di Parma?

zebre_zambelli.jpg Ha scatenato la fantasia dei dietrologi, ha minato le certezze di una soluzione trovata tra Fir e Treviso per la continuazione dell'avventura celtica della Benetton, ha fatto scandalo. Ma gli incontri tra Alfredo Gavazzi e Francesco Zambelli negli ultimi giorni potrebbe avere un motivo diverso.

Secondo quanto scrive il Gazzettino oggi, infatti, gli incontri tra il numero 1 della Fir e quello di Rovigo non avevano nulla a che fare con i Dogi o con il trovare un'alternativa alla Benetton, ma riguardavano le Zebre. Come noto, infatti, fin dalla loro nascita la Federazione aveva posto come obiettivo a breve termine la privatizzazione della franchigia federale, in modo da abbattere il costo "pubblico" della squadra di Parma.


Ebbene, secondo quanto dice il quotidiano veneto, Gavazzi avrebbe trovato proprio in Zambelli il possibile socio da far entrare nella società bianconera, per coprire quel milione e mezzo di euro cui aggiungere i 4 federali. L'ingresso di Rovigo nella franchigia federale servirebbe proprio a questo, con alcuni match dei bianconeri da disputarsi al Battaglini. Un'ipotesi non assurda, soprattutto alla luce delle parole di Zambelli di questi giorni, che chiede di adattare lo stadio rossoblu agli standard europei.


credit image by Zebre Rugby


RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

  • shares
  • Mail