Sei Nazioni 2014 Under 20: Italia, è solo Inghilterra a Calvisano

Si è disputato questa sera a Calvisano l'ultimo match degli azzurrini nel Torneo 2014.

6n2014u20_italia-inghilterra_post.jpg Sette touche su sette perse a inizio match, possesso solo dell'Inghilterra con l'Italia sugli scudi in difesa, ma nulla più. Poi arrivano anche due gialli a tagliare le gambe agli azzurrini e per i forti britannici non c'è storia. Finisce, così 5-52 a Calvisano.

Contro i campioni del mondo di categoria dell'Inghilterra gli Azzurrini U20 di Alessandro Troncon chiudono il loro 6 Nazioni con una cocente sconfitta interna: al Peroni Stadium di Calvisano i giovani in maglia bianca si impongono 5-52 e devono attendere l'esito di Francia v Irlanda (ore 21 a Tarbes) per conoscere la classifica finale del Torneo giovanile.


Un successo francese darebbe la vittoria ai giovani galletti mentre una vittoria dell'Irlanda consegnerebbe al XV della Rosa il primo posto in virtù della migliore differenza punti.


Primo tempo sostanzialmente equilibrato e ripresa interamente o quasi di marca britannica questa sera in un San Michele esaurito in ogni ordine di posto per assistere alla gara degli Azzurrini, capaci di tenere testa agli ospiti con efficacia nei primi quaranta minuti ma disattenti in rimessa laterale: troppe le touche perse su proprio lancio per poter costruire possessi di qualità ed impensierire un'Inghilterra cinica e brava a sfruttare prima con Conlon (7') e poi con capitan Itoje (22') le migliori occasioni, andando a riposo sullo 0-14.


Nella ripresa, complici due cartellini gialli contro l'Italia - a Ferrari sul finire di primo tempo, a Lazzaroni al 52' - e l'inevitabile stanchezza legata agli sforzi difensivi dei padroni di casa, l'Inghilterra ha messo in sicurezza la partita con una doppietta Sloan-Morris nel volgere di poco più di un minuto, finendo per dilagare con sei marcature nei secondi quaranta minuti.


L'Italia ha confermato il proprio spirito combattivo mostrato per tutto il Torneo nei minuti finali, mettendo in difficoltà a tratti la mischia avversaria e marcando da rolling-maul con il tallonatore Daniele il 5-47 prima che, nel recupero, una galoppata solitaria dell'ala Earle fissasse lo score sul 5-52 finale.


Gli Azzurrini finiscono con una vittoria sulla Scozia (32-13) e quattro sconfitte: a giugno li attende il Mondiale di categoria in Nuova Zelanda.


Italia v Inghilterra 5-52
Italia: De Santis Gi.; Agbasse, Bellini, Manganiello (29' st. Seno), Bruno (18' st. Gabbianelli); Buscema (cap), Parisotto (31' st. Azzolini); Archetti (37' pt.-7' st. Buonfiglio), Negri (29' st. Scalvi), Lazzaroni; Michieletto (31' st. Traore), Ruzza (17' st. Zanetti); Ferrari (12' st. Buonfiglio), Silva (5' st. Daniele), Appiah
Inghilterra: Morris; Packman (37' pt. Purdy), Tompkins, Sloan, Earle; Olver, Taylor (16' st. Braley); Chisholm, Conlon, Itoje (cap, 20' st. Moriarty); Hill J., Ellis; Wilson (12' st. Hill P.), Thancker (7' st. Woolstencroft), Hobbs-Awoyemi (12' st. Lundberg)
Marcatori: p.t. 7' m. Conlon tr. Olver (0-7); 22' m. Itoje tr. Olver (0-14); s.t. 6' m. Sloan tr. Olver (0-21); 7' m. Morris (0-26); 13' m. Woolstencroft tr. Olver (0-33); 17' m. Braley tr. Olver (0-40); 20' m. Purdy (0-47); 26' m. Daniele (5-47); 41' m. Earle (5-52)
Cartellini: 37' pt. giallo Ferrari (Italia), 12' st. giallo Lazzaroni (Italia)


Credit image by Getty Images


RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

  • shares
  • +1
  • Mail