Mondiali 2023: Italia alleata con la Francia per ospitarli?

Spunta l'ipotesi di una alleanza italo-francese per superare la concorrenza di Irlanda e Sud Africa.

mondiali-italo-francesi

Da soli è praticamente impossibile, ma - chissà -, forse alleandosi con la forte Francia. L'Italia ovale sogna (o, almeno, lo fa il suo numero 1) di ospitare i Mondiali 2023 di rugby, ma sa che la concorrenza è forte. Dall'Irlanda unita al Sud Africa, fino all'asse innovativo formato da USA e Canada. E, così, per provare a offrire una candidatura credibile, ecco che spunta l'ipotesi di organizzare l'appuntamento iridato insieme alla Francia.

A scriverlo è il Gazzettino, che riprende le parole di Alfredo Gavazzi, che a proposito di un possibile torneo italo-francese dice "è un'ipotesi interessante, con una sua logica. Potrebbe trattarsi di una alleanza forte in grado di battere la concorrenza". La Francia, infatti, ha già organizzato la Rugby World Cup nel 2007, ha gli impianti e l'esperienza per collaborare con l'Italia, che così si troverebbe a dover adattare/trovare un numero minore di stadi.

Il problema, però, a questo punto sarebbe: chi avrà in mano lo scettro del comando? Sinceramente è difficile immaginare i transalpini accollarsi spese e organizzazione di un Mondiale senza avere in cambio la finale in casa. E, dunque, è più probabile che un'alleanza sposti l'asse, diventando un torneo in Francia con forti deviazioni da noi. Meno affascinante per la grandeur federale, ma più credibile.


Seguici su Google+

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail