Guinness Pro 12: imbarazzo Treviso, anche a Edimburgo è un'umiliazione

Match a senso unico in Scozia, dove la Benetton non indovina nulla contro i padroni di casa.

pro12-edimburgo-treviso-risultato

Figuraccia per la Benetton. Il match che doveva far rialzare la testa ai biancoverdi si trasforma in un nuovo incubo per il rugby italiano. Difesa, attacco, mischia, testa. Tutte assenti al Murrayfield, dove l'Edimburgo fa ciò che vuole e conquista agevolmente i 5 punti. Per Treviso zero punti nel tabellino, ma un giallo e un rosso evitabilissimi da una squadra in crisi di nervi.

Inizia come peggio non si può Treviso a Edimbrugo. Neanche un minuto di gioco e la difesa veneta si fa trovare molle sull'attacco di Cuthbert e Tonks, palla che arriva a Hidalgo-Clyde e subito la prima meta della partita. Soffre con la maul il XV biancoverde, che mostra i problemi visti con Northampton in Champions Cup e scozzesi che risalgono agevolmente il campo. Al 12' sbaglia il piazzato Hidalgo-Clyne, ma insiste l'Edimburgo – sempre con la mischia – e al 16' il mediano non sbaglia per il +10 dei padroni di casa. Si chiude così un primo quarto dove è stato solo Edimburgo.

Continua il monologo scozzese, continua la superiorità in maul e al 25' è ancora una volta il pack dell'Edimburgo a colpire con la meta di Coman. Per vedere un po' di Benetton bisogna arriva oltre la mezz'ora, quando i veneti finalmente si fanno vedere nella metà campo scozzese, ma il lungo attacco del XV di Casellato impatta con l'avanti di Minto che vanifica la lunga – ma poco concreta – azione biancoverde. Ma non basta e così il primo tempo si chiude con l'Edimburgo meritatamente avanti 17-0.

Più grinta e cattiveria in casa Benetton a inizio ripresa, che dopo due minuti conquista una buonissima touche sui 5 metri d'attacco. Ma ancora una volta i veneti si perdono in un bicchier d'acqua e non escono dalla ruck nata dalla touche, perdendo l'occasione di riaprire il match. La fiammata, però, dura poco e i padroni di casa tornano in attacco, conquistano una punizione facile e al 50' allunga ancora Edimburgo. Al 55' l'ennesimo fallo (stupido) di Minto gli costa il giallo. L'inferiorità è il colpo finale per una Benetton che non è mai entrato in partita, dove da salvare c'è ben poco, anzi nulla. Allo scoccare dell'ora di gioco arriva la terza meta dell'Edimburgo e per la Benetton nuovo ko senza lottare.

Tre minuti e arriva il bonus, con la meta al largo di Hart, appena entrato in campo, che lancia l'Edimburgo e abbatte la Benetton. Al 66' momenti di forte nervosismo, con Acosta che perde la testa, prima colpisce un avversario a terra con diversi pugni e poi si esibisce in un duello con Grayson Hart. Per il pilone biancoverde è rosso diretto e sacrosanto, per il mediano scozzese giallo. Ormai per gli ospiti ogni azione è un'umiliazione, con l'Edimburgo che fa ciò che vuole e al 71' va nuovamente in meta, ancora una volta con la maul e con Beard che schiaccia. A fine partita arriva la sesta meta con Denton.

Finisce, così, 48-0 e il punteggio rispecchia purtroppo quello che si è visto in campo. Cioè solo una squadra, con la Benetton che non trova nulla da salvare dalla partita del Murrayfield.

EDIMBURGO - BENETTON TREVISO 48-0
Venerdì 19 dicembre, ore 20.35 - Murrayfield, Edimburgo
Edimburgo: 15 Jack Cuthbert, 14 Dougie Fife, 13 Sam Beard, 12 Andries Strauss (41' Joaquin Dominguez), 11 Tim Visser, 10 Greig Tonks (61' Tom Heathcote), 9 Sam Hidalgo-Clyne (61' Grayson Hart), 8 David Denton, 7 Roddy Grant, 6 Mike Coman (62' Stuart McInally), 5 Ben Toolis, 4 Anton Bresler, 3 John Andress (55' Willem Nel), 2 Neil Cochrane (61' James Hilterbrand), 1 Alasdair Dickinson (62' Grant Shiells)
Treviso: 15 Jayden Hayward, 14 Simone Ragusi, 13 Luca Morisi (51' Enrico Bacchin), 12 Sam Christie, 11 Ludovico Nitoglia (67' Matteo Muccignat), 10 Joe Carlisle, 9 Alberto Lucchese (43' James Ambrosini), 8 Dean Budd, 7 Francesco Minto, 6 Simone Favaro (64' Matt Luamanu), 5 Corniel Van Zyl (71' Marco Fuser), 4 Tomas Vallejos, 3 Matteo Muccignat (38' Romulo Acosta, 41' Matteo Muccignat, 45' Romulo Acosta), 2 Davide Giazzon, 1 Matteo Zanusso (51' Albert Anae)
Arbitro: David Wilkinson
Marcatori: 1' m. Hidalgo-Clyne tr. Hidalgo-Clyne, 16' cp. Hidalgo-Clyne, 25' m. Coman tr. Hidalgo-Clyne, 50' cp. Hidalgo-Clyne, 60' m. Nel tr. Hidalgo-Clyne, 63' m. Hart tr. Heathcote, 71' m. Beard tr. Heathcote, 80' m. Denton tr. Heathcote
Cartellini gialli: 55' Minto, 66' Hart
Cartellini rossi: 66' Acosta


Seguici su Google+

  • shares
  • Mail