Giustizia sportiva: Castrogiovanni assolto con la condizionale

L'Epcr ha preso oggi la decisione della commissione disciplinare nei confronti del pilone azzurro.

martin-castrogiovanni

Martin Castrogiovanni - Assolto per aver definito "amatoriale" la società dei Leicester Tigers, condannato a 4 settimane di squalifica (ma sospese) per le parole rivolte a Richard Cockerill. Si salva Martin Castrogiovanni, le cui parole contro la sua ex squadra sono state reputate 'ironiche' e non insultanti, mentre per l'attacco a Richard Cockerill il pilone azzurro dovrà versare 10mila in beneficenza a un ente di Leicester, mentre la pena di 4 settimane di squalifica è sospesa fino alla fine della stagione 2015/16, sempre che il giocatore non commetta un altro gesto simile.

Martin si è dimostrato pentito per le parole usate e questo ha influito positivamente sulla decisione della commissione disciplinare. Castro, dunque, potrà scendere in campo fin dal prossimo weekend e sarà a disposizione di Jacques Brunel per il prossimo Sei Nazioni.

Giustizia sportiva: Castrogiovanni, il Sei Nazioni a rischio

Ore 10.00 - E' stato lo 'scandalo' che ha tenuta impegnata la stampa nelle ultime due settimane e, oggi, arriverà la decisione della commissione disciplinare della Champions Cup, cioè l'Epcr, riguardo le parole di Martin Castrogiovanni nei confronti del suo ex director of rugby, Richard Cockerill.

Parole di fuoco quelle di Castro che hanno creato scandalo e polemiche, hanno spinto lo stesso Tolone a sospenderlo preventivamente, mentre i suoi compagni hanno espresso massima solidarietà ed è nata anche una maglietta dedicata.

Il pilone azzurro, dunque, è accusato di aver fatto una serie di osservazioni alla stampa in cui ha attaccato, criticato e screditato i Leicester Tigers, Richard Cockerill, l'EPCR, la Rugby European Champions Cup e il rugby in generale. Per lui, quindi, c'è il rischio squalifica, sperando che la punizione non metta in pericolo anche il Sei Nazioni del pilone azzurro.


Seguici su Google+

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail