Champions Cup: in Europa equilibri precari

Al giro di boa continentale il torneo ovale si conferma appassionante e senza primi della classe. Ma gli inglesi danno un forte segnale.

champions-cup-bilancio-giro-boa

Un weekend che sorride all'Inghilterra, che porta a casa sei vittorie nella Champions Cup e che può vantare tre squadre in vetta, preceduta solo dalla Francia con quattro leader. Una panoramica che già mostra come, a metà del percorso europeo, in difficoltà siano i club celtici, chiamati a inseguire e a rimontare lo svantaggio per conquistare un posto nei playoff.

Eppure tutto è ancora da scrivere, con la Champions Cup che si conferma torneo difficile ed equilibrato, con due sole squadre (su 5 gironi) che hanno ottenuto tre vittorie su tre, e sono gli Harlequins e il Tolosa. Nel girone 1, invece, Saracens, Clermont e Munster hanno vinto tutte due match, con il Clermont che ha il vantaggio di essere l'unica ad aver vinto uno scontro diretto in trasferta (a Limerick) e ad avere un punto bonus in più e, quindi, ha un match point in più rispetto alle dirette concorrenti.

Nel gruppo 2, invece, come detto gli Harlequins non hanno ancora perso e hanno un buon vantaggio sul Leinster e sui Wasps, entrambe però ancora in corsa. A favore degli inseguitori, però, il vantaggio di poter disputare due partite su tre in casa, ma se il Leinster ospiterà gli Arlecchini il prossimo weekend, per le Vespe la trasferta è proprio allo Stoop. Gli Harlequins sono sicuramente favoriti, ma tutto può succedere.

Se nell'Europa regna l'equilibrio, nella pool 3 questo è ancor più vero. Dal Tolone primo agli Scarlets quarti, infatti, ci sono solo 5 punti e virtualmente sono tutti ancora in corsa per accedere ai playoff. Un'incertezza che, però, significa che tutte e quattro le squadre hanno lasciato molti punti per strada e, dunque, appare difficile che da questo girone possa uscire una delle seconde migliori qualificate.

Nella pool 4 molto si deciderà il prossimo weekend, quando a Glasgow i Warriors e Tolosa potrebbero giocarsi il primo posto finale in classifica, con solo Bath a poter rovinare la festa ai due club. Tolosa non ha ancora perso e ha tre punti di vantaggio sugli scozzesi, ma la trasferta allo Scotstoun può ribaltare tutto, o chiudere il discorso. Come detto, Bath è ancora in corsa, ma deve tifare Warriors e poi battere le due concorrenti nel girone di ritorno, con la durissima trasferta a Tolosa.

Si chiude con il gruppo 5, dove tranne Treviso tutte sono ancora in corsa. Racing Métro e Northampton Saints sono appaiate in vetta, mentre gli Ospreys inseguono a tre punti e appaiono un gradino sotto gli altri due club come qualità e potenzialità. Decisiva, per il primo posto, l'ultima giornata con lo scontro diretto, ma fino a quel momento nessuno può permettersi un passo falso per non dire addio ai sogni di gloria. Ma anche il secondo posto dovrebbe riuscire a garantire un posto ai quarti di finale.

CHAMPIONS CUP - CLASSIFICHE


Pool 1: Clermont 10; Saracens, Munster 9; Sale 2
Pool 2: Harlequins 12; Leinster 9; Wasps 7; Castres 1
Pool 3: Tolone 9; Leicester 8; Ulster 6; Scarlets 4
Pool 4: Tolosa 12; Glasgow 9; Bath 4; Montpellier 2
Pool 5: Racing Métro, Northampton 10; Ospreys 7; Treviso 0


Seguici su Google+

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail