The Rugby Championship: Lacrime argentine, vince il Sud Africa

Si è appena conclusa la partita di Salta tra i sudamericani e i sudafricani.

image

Se Piazzolla ha fatto impazzire milioni d'argentini, la piazzola fa piangere i sudafricani. Tre errori al piede, infatti, costano all'Argentina la prima vittoria nella Rugby Championship, con gli Springboks che conquistano il successo di misura.

Parte bene l'Argentina e dopo una manciata di minuti conquista una punizione che Sanchez piazza tra i pali per il vantaggio dei padroni di casa. Al 10' Pollard impalla il risultato, finalizzando da posizione difficile l'azione dei suoi compagni che ha costretto i Pumas al fallo. Ma gli argentini sanno che devono concretizzare ogni attacco e, così, due minuti dopo il mago Hernandez piazza il drop che riporta i padroni di casa avanti. Momento caotico, poco dopo, quando Steve Walsh non può utilizzare il TMO per un presunto tip-tackle a causa di incomunicabilità con l'arbitro in regia. Così si continua con l'Argentina che fa pesare il suo strapotere in mischia.

Al 22' è però il Sud Africa a colpire, ancora dalla distanza e ancora con Pollard che per la seconda volta impatta il risultato. Ma la gioia dura poco, perché al 25' gli argentini costruiscono un'azione elaborata che fa arrivare la palla al largo a Manuel Montero che marca la prima meta del match, con Sanchez che aggiunge due punti da posizione molto angolata. Alla mezz'ora accorciano gli ospiti sfruttando un fallo in ruck che Pollard piazza. Poco dopo errore alla mano degli argentini, Pienaar ne approfitta, libera Bryan Habana che buca i sudamericani e porta gli Springboks in vantaggio. Sbaglia molto l'Argentina, con Tuculet che spreca un'occasione di meta e Sanchez che lascia sulla piazzola sei - importantissimi - punti nel primo tempo.

Argentina che colpisce a inizio ripresa, dopo che Heyneke Meyer aveva cambiato entrambi i pilone, in grande difficoltà contro il pack dei padroni di casa. Al 46' è Cubelli, entrato nel finale del primo tempo, a varcare la linea di meta, mentre quattro minuti dopo è Tuculet a farsi perdonare. Un uno/due devastante che manda i sudamericani sul 25-16. Per gli Springboks un colpo che rischia di essere da ko e, con ancora le gambe traballanti, al 55' Sanchez aggiunge tre punti al bottino, portando l'Argentina a +12. Al 59' arriva, però, la meta di Cornal Hendricks, trasformata da Morne Steyn, riapre i giochi.

Si entra nell'ultimo quarto di gioco con gli argentini che vedono la prima vittoria in tre anni nel torneo avvicinarsi, ma con gli Springboks minacciosi alle loro spalle. Al 65' Sanchez tenta un drop, ma non trova i pali e si resta sul +5 per i padroni di casa. Il sogno dei Pumas subisce un brutto colpo tre minuti più tardi, quando Marcell Coetzee conclude un'ottima maul sudafricana e Steyn porta gli Springboks avanti di 2 punti. E' una sfida punto a punto e, così, al 73' è Marcelo Bosch a riportare avanti l'Argentina con un lunghissimo calcio dalla piazzola. Ma al 76' è Steyn a rispondere e a riportare avanti il Sud Africa, con i Pumas che rischiano di pagare carissimo i tre errori dalla piazzola (100%, invece, per i sudafricani).

ARGENTINA - SUD AFRICA 31-33
Sabato 23 agosto, ore 21.40 - Padre Ernesto Martearena Stadium, Salta
Argentina: 15 Joaquín Tuculet, 14 Lucas González Amorosino, 13 Marcelo Bosch, 12 Juan Martín Hernández, 11 Manuel Montero, 10 Nicolás Sánchez, 9 Martín Landajo, 8 Juan Manuel Leguizamón, 7 Juan Martín Fernández Lobbe, 6 Pablo Matera, 5 Tomás Lavanini, 4 Mariano Galarza, 3 Ramiro Herrera, 2 Agustín Creevy, 1 Marcos Ayerza
In panchina: 16 Matías Cortese, 17 Bruno Postiglioni, 18 Nahuel Tetaz Chaparro, 19 Matías Alemanno, 20 Leonardo Senatore, 21 Tomás Cubelli, 22 Jerónimo de la Fuente, 23 Horacio Agulla
Sud Africa: 15 Willie le Roux, 14 Cornal Hendricks, 13 Damian de Allende, 12 Jean de Villiers, 11 Bryan Habana, 10 Handrè Pollard, 9 Ruan Pienaar, 8 Duane Vermeulen, 7 Juan Smith, 6 Francois Louw, 5 Lood de Jager, 4 Eben Etzebeth, 3 Jannie du Plessis, 2 Bismarck du Plessis, 1 Gurthrö Steenkamp
In panchina: 16 Adriaan Strauss, 17 Tendai Mtawarira, 18 Frans Malherbe, 19 Bakkies Botha, 20 Marcell Coetzee, 21 Francois Hougaard, 22 Morné Steyn, 23 Lwazi Mvovo
Arbitro: Steve Walsh
Marcatori: 3' cp. Sanchez, 10' cp. Pollard, 12' dr. Hernandez, 22' cp. Pollard, 25' m. Montero tr. Sanchez, 29' cp. Pollard, 31' m. Habana tr. Pollard, 46' m. Cubelli tr. Sanchez, 50' m. Tuculet, 55' cp. Sanchez, 59' m. Hendricks tr. M.Steyn, 68' m. Coetzee tr. M.Steyn, 73' cp. Bosch


Seguici su Google+

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail