Polemiche eccellenti: Falzone, la finale di campionato e quel messaggio che costa caro

Un messaggio privato su Facebook, diventato pubblico, rischia di far squalificare l'arbitro Alan Falzone.

alan falzone

Rischia una squalifica l'arbitro padovano Alan Falzone, TMO durante la finale del campionato d'Eccellenza tra il Calvisano e il Rovigo. A metterlo nei guai un presunto messaggio privato su Facebook inviato dall'arbitro, ma reso pubblico dal destinatario e rimbalzato sui social network i giorni successivi la sfida vinta dai bresciani.

Un messaggio durissimo, nel quale Falzone attaccava direttamente il suo collega Damasco, accusandolo di aver arbitrato male la finale, di aver preso decisioni che hanno favorito i padroni di casa e, infine, sottolineando come fosse lui l'arbitro migliore e che avrebbero dovuto affidare a lui la finalissima.

Un messaggio sinceramente sopra le righe - se vero, ndr. - e che ora rischia di costare caro a Falzone. Secondo quanto riferisce il collega Elvis Lucchese, infatti, il "caso di Falzone è approdato all’Ufficio Inchieste della Fir, che ha avviato un’indagine. Una punizione per l’arbitro è pressoché scontata a conclusione dell’iter processuale". Insomma, le polemiche riguardanti la finale tra il Calvisano e il Rovigo non sembrano placarsi. Come se il rugby italiano ne avesse bisogno.


Seguici su Google+

  • shares
  • Mail