Nazionale: Sanguin, dal lancio del martello a preparatore degli azzurri

L'ex atleta sarà il nuovo preparatore atletico dell'Italrugby

giovanni_sanguin-italia.jpg La Federazione Italiana Rugby ha reso noto ieri che sarà Giovanni Sanguin ad assumere il ruolo di preparatore atletico della Squadra Nazionale. 44 anni, una vita nell'atletica leggera come lanciatore del martello, lascia il Petrarca Padova e seguirà ora gli azzurr.

Il preparatore padovano - per oltre vent'anni ai vertici nazionali nel lancio del martello di cui è stato campione italiano nel 1990 e nel quale vanta un personale di 74.52 con la maglia delle Fiamme Oro - torna a collaborare con la FIR per la terza volta nella propria carriera: dal 1997 al 2004 ha ricoperto infatti il ruolo di responsabile per la preparazione del settore juniores e dell'Italia U19 insieme al compianto Isaia Di Cesare, mentre tra il 2008 ed il 2010 è stato primo preparatore presso l'Accademia FIR "Ivan Francescato" e con la Nazionale U20.


A livello di club, tra il 2002 ed il 2004 ha collaborato con la Rugby Rovigo passando poi - dopo un titolo italiano con l'U21 - al Cammi Calvisano, con cui ha conquistato due titoli di Campione d'Italia nel 2005 con Andrea Cavinato e nel 2008 con Marc Delpoux. 


Conclusa l'esperienza presso l'Accademia federale di Tirrenia, è stato sino ad oggi a capo della preparazione atletica del Petrarca Padova 


Nato a Padova il 14 maggio 1969, sposato con l'ex tecnico della nazionale di ginnastica Michela Francia, vanta nella propria carriera di martellista anche una terza miglior prestazione mondiale all-time fatta registrare nel 1989 ed una lunga serie di podi ai campionati italiani assoluti. Ha allenato l'avversario e compagno di nazionale Loris Paoluzzi in preparazione alle Olimpiadi di Sydney 2000.


"Tornare in FIR, per me, è tornare a far parte di una famiglia da cui non sento di essere mai uscito. Dopo aver operato a lungo nel settore giovanile federale - ha dichiarato Sanguin - sono entusiasta di potermi confrontare con il più alto livello di gioco del nostro sport. Nelle ultime stagioni la Nazionale ha ottenuto risultati importanti sotto la guida del CT Brunel, c'è un progetto a medio termine che porta alla Rugby World Cup inglese del 2015 e non posso che essere elettrizzato all'idea di farne parte, ritrovando inoltre nel gruppo molti ragazzi di qualità con cui ho già avuto modo di lavorare in Accademia e nelle Nazionali minori"


Sanguin farà il proprio debutto nel nuovo ruolo già domenica pomeriggio, a Milano, in occasione del primo raduno stagionale della Squadra Nazionale.


credit image by Getty Images


RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

  • shares
  • Mail