Crisi Europa: Treviso strizza l'occhio ai francesi

Amerino Zatta parla della questione Heineken Cup e non chiude alle richieste anglo-francesi, anzi.

amerino_zatta_europa.jpg Il silenzio italiano viene interrotto da Amerino Zatta, che intervistato da Simone Battaggia su La Gazzetta dello Sport apre al fronte anglo-francese nella diatriba europea. Parole chiare, che fanno capire che il futuro appare segnato.

"È inutile fare i poeti, l'interesse economico è predominante. Così non si può andare avanti, ogni cosa deve essere conquistata e servirà più meritrocrazia. Il rugby celtico ora si poggia soprattutto sui contributi delle federazioni: se c'è un progetto diverso vale la pena ascoltarlo uno, due, tre volte. Siamo affiliati alla Fir e parteciperemo alle competizioni che la Fir vorrà, ma ogni proposta deve essere ascoltata. Nel 1995-96 Treviso fu pioniera della nascita della Heineken Cup, e anche allora arrivarono delle telefonate, in quel caso da Tolosa. Ora la Heineken è obsoleta ed è normale che si cerchino delle alternative" le parole del numero 1 di Treviso. La posizione biancoverde è chiara e potrebbe scontrarsi, ancora una volta, con quella federale.


RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: