Crisi Europa: Heineken Cup, strappo anglofrancese (o è un bluff?)

Parole durissime dei club francesi e inglesi, che di fatto mettono la parola fine sulle coppe europee. Ma domani...

heineken_cup_futuro_nero.jpg Addio Coppe europee. A leggere le parole di francesi e inglesi nella giornata di oggi ci sarebbe da intonare in de profundis sulla Heineken Cup e sulla Challenge Cup dopo questa stagione. Ma all'Erc si continua a lavorare per un accordo in extremis.

Inutile riassumere le tante - troppe - puntate precedenti, basti ricordare che da un anno e passa i club francesi e inglesi hanno iniziato una battaglia in seno al rugby europeo per riformare i tornei. Da un punto di vista sportivo riequilibrando le forze e, soprattutto, obbligando i club celtici a lottare davvero per qualificarsi; da un punto di vista economico chiedendo una fetta più grande della torta.


Richieste, pardon ultimatum, cui l'Erc e i club celtici hanno sempre risposto picche. E, oggi, lo strappo più netto. Prima la LNR francese e poi la Premiership inglese, infatti, hanno palesemente parlato di "trattative ormai concluse senza che nessun accordo sia stato raggiunto". Insomma, sempre come si legge nel comunicato inglese "i club hanno dato mandato alla Premiership di creare una manifestazione alternativa, anglo-francese, però aperta anche ad altre squadre".


Insomma, un colpo al cerchio e uno alla botte. Addio Heineken Cup, noi andiamo da soli, ma se volete venire con noi la porta è aperta. Alle condizioni anglo-francesi, però.


Domani, comunque, nonostante le parole di chiusura totale l'Erc si riunirà di nuovo nel tentativo di trovare in extremis una soluzione. Perché tutti sanno che la scomparsa di un torneo europeo sarebbe deleterio per tutti e perché i soldi in ballo sono troppi. Restano, per l'Italia, due dubbi: cosa faranno Treviso e Zebre? Ci sarà una finale europea a Milano nel 2015?

  • shares
  • Mail