Affari italiani: Treviso non lascia e sogna Jake White

Nonostante le incertezze sul futuro la Benetton sta già programmando il prossimo quadriennio celtico.

benetton_2_9_13.jpg Un segnale dal Board celtico e dalla Fir. E' quello che Luciano Benetton e Amerino Zatta aspettano per capire quale sarà il futuro della Benetton Treviso. Ma, intanto, si sta progettando il prossimo quadriennio come se la partecipazione italiana in Pro 12 ci fosse.

Come scrive la Tribuna di Treviso, infatti, "l'impegno di Treviso matura dopo un summit fra Luciano Benetton e il presidente Amerino Zatta. [...] Così Benetton e Zatta hanno definito le linee guida 2014-2108, sin dal piano finanziario: la Fir dal 2014 aumenterà il contributo a Treviso, parificandolo a quello per le Zebre, destinate a tornare «private». Sponsor e società dovranno, se i costi resteranno gli attuali, garantire fra i 3,5 e i 4 milioni l'anno".


E tra le varie voci che girano, in questa programmazione preventiva, c'è anche quella del tecnico che a fine stagione sostituirà Franco Smith. Da quel che sa Rugby 1823 si guarda in Nuova Zelanda (avevamo già parlato di Tabai Matson), ma la vox populi veneta sogna in grande, con il nome di Jake White (attuale coach dei Brumbies e campione del mondo nel 2007 con il Sud Africa) che stuzzica la fantasia. Finora solo quella.


credit image by Getty Images


RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: