Heineken Cup: Treviso, vittoria d'antan con gli Ospreys

Si è conclusa da poco la sfida di Monigo tra i veneti e i gallesi, ultimo atto della Coppa europea.

hc2013_treviso-ospreys_post.jpg Un tempo da lupi, un campo che ricorda un rugby d'altri tempi, Ospreys che impongono una superiorità territoriale netta e Benetton che appare meno cattiva di altre occasioni e che subisce per 70'. Alla fine la fiammata veneta che ribalta tutto e regala a Treviso un successo incredibile.

Parte bene la Benetton contro i gallesi e subito è Edoardo Gori a inventare, portare Treviso a un passo dalla meta e poi un fallo degli Ospreys manda Burton sulla piazzola dopo 5' e veneti in vantaggio. La risposta degli Ospreys è immediata, gli ospiti guadagnano metri e campo e al 9' ottengono una punizione che permette a Dan Biggar di impattare il risultato. Insistono gli ospiti, Treviso particolarmente fallosa e quando si avvicina il quarto d'ora di gioco l'apertura degli Ospreys ha l'occasione per portare avanti i suoi. Soffre Treviso in mischia, pagando anche i tempi molto lenti dettati da Greg Garner.


Insiste in attacco il XV ospite, Treviso che è obbligata a limitarsi a difendere, commette ancora qualche fallo di troppo, ma non dà occasioni reali da meta agli Ospreys mentre si arriva alla mezz'ora di gioco, mentre le due squadre faticano a giocare nel fango che la fa da padrone a Monigo, con i gallesi che sfruttano al meglio il terreno scivoloso con il piede. Treviso si fa vedere un paio di volte nella metà campo avversaria, ma errori rendono impossibile mettere punti sul tabellino e il primo tempo si chiude con gli Ospreys a provare a concretizzare la netta superiorità territoriale dei primi 40'. Non ci riescono e si va negli spogliatoi sul 6-3 per gli Ospreys, meritato, ma con i gallesi che alla fine portano a casa molto meno di quel che hanno costruito, anche grazie a una ottima difesa veneta.


Non cambia il copione a inizio ripresa, con gallesi in attacco e veneti chiusi in difesa fino al fallo verdeblu. Al 45' è Fotuali'i a trovare il buco giusto e a dare l'impressione di superare la linea di meta. Tmo al lavoro e alla fine la sentenza che il mediano non ha raggiunto, invece, la meta. Insistono gli ospiti e al 49' Biggar centra i pali con un drop e allunga per gli Ospreys. La reazione di Treviso ha la forma di un'ottima maul avanzante che manda i veneti in touche sui 5 metri avversari, prima reale occasione del match per Treviso, ma Bernabò perde l'ovale e tutto da rifare. Ma al 59' la diga veneta cede sul lato e Tom Isaacs scivola oltre la linea di meta allargando il divario tra le due squadre e scavando fin oltre il break.


L'ultimo quarto appare ormai consegnare una Benetton Treviso rassegnata alla sconfitta, mentre gli Ospreys sono più rilassati e tranquilli nel gestire il buon vantaggio. Benetton che rialza la testa, si affida ancora una volta alla maul per sperare, ma non affonda se non nel fango. Al 70' è l'ennesima maul a portare per la prima volta Treviso sulla linea di meta, in un groviglio di uomini. Tmo al lavoro, niente meta e mischia sui 5 metri per i padroni di casa. E, finalmente, al 75' Alessandro Zanni va oltre partendo proprio da un raggruppamento e match riaperto. Sogna la Benetton, che però è obbligata a risalire il campo palla in mano e marcare una meta. E la meta arriva a tempo praticamente scaduto! Un maestoso Minto, un ottimo Gori ed è Pratichetti che schiaccia per la vittoria!


BENETTON TREVISO - OSPREYS 17-14
Domenica 20 gennaio, ore 16.00 - Stadio di Monigo, Treviso
Treviso: 15 Luke McLean, 14 Ludovico Nitoglia (60' Andrea Pratichetti), 13 Tommaso Benvenuti (60' Fabio Semenzato), 12 Alberto Sgarbi, 11 Giiulio Toniolatti, 10 Kristopher Burton, 9 Edoardo Gori, 8 Robert Barbieri (58' Dean Budd), 7 Alessandro Zanni, 6 Paul Derbyshire (65' Marco Fuser), 5 Valerio Bernabò, 4 Francesco Minto, 3 Lorenzo Cittadini (75' Ignazio Rouyet), 2 Giovanni Maistri (58' Enrico Ceccato), 1 Michele Rizzo (58' Alberto de Marchi).
Ospreys: 15 Richard Fussell, 14 Thomas Grabham, 13 Tom Isaacs, 12 Andrew Bishop, 11 Eli Walker, 10 Dan Biggar, 9 Kahn Fotuali'i, 8 Joe Bearman, 7 Sam Lewis, 6 Jonathan Thomas, 5 James King, 4 Lloyd Peers (77' George Stowers), 3 Adam Jones, 2 Scott Baldwin, 1 Duncan Jones (64' Ryan Bevington).
Arbitro: Greg Garner
Marcatori: 5' cp. Burton, 9' cp. Biggar, 15' cp. Biggar, 49' dr. Biggar, 59' m. Isaacs, 75' m. Zanni tr. Burton, 80' m. Pratichetti tr. Burton


credit image by Getty Images


RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO