Affari italiani: Sicilia, condannato Amore, sciolto il comitato regionale

Il presidente del Comitato siciliano condannato a due mesi di interdizione, mentre il presidente Gavazzi scioglie lo stesso comitato. Un nuovo atto nella guerra tra l'ex candidato alla presidenza e la Fir.

gianni_amore_interdetto.jpg Scintille e condanne in Sicilia, con ripercussioni che rischiano di attraversare tutto lo Stivale. Gianni Amore, presidente del Comitato Regionale Siciliano e candidato alle ultime elezioni federali, è stato - infatti - interdetto per due mesi dopo la denuncia sporta dal signor Venero Schilirò.

Durante l'assemblea regionale dello scorso agosto, infatti, Amore avrebbe insultato Schilirò con l'epiteto di "stronzo". A mesi di distanza, dopo aver ascoltato le parti lo scorso 15 gennaio, la Corte Federale di Prima Istanza ha deciso di condannare il presidente del Comitato siciliano, comminandogli la sanzione dell'interdizione per la durata di mesi due. 


Ma, come si sul dire, piove sul bagnato. A causa di presunte irregolarità in sede di convocazione delle ultime elezioni regionali, infatti, il presidente federale Alfredo Gavazzi ha deciso, con delibera presidenziale, di commissariare il Comitato Regionale Siciliano, deporre di fatto Gianni Amore e nominare commissario l'ex consigliere federale Orazio Arancio. Ora, Arancio, dovrà fissare delle nuove elezioni entro il prossimo 15 marzo.


Insomma, la guerra è dichiarata e si sta combattendo a colpi di carta bollata.


RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO