Rugby & Tv: Gavazzi, monsieur de La Palisse

Il candidato bresciano auspica il rugby in chiaro. Ma dimentica un piccolo particolare.

gavazzi_sky.jpeg Per avere più spettatori bisogna trasmettere il rugby in chiaro. Un concetto banale, ovvio. Il problema è trovare un'emittente non a pagamento che abbia i soldi, la volontà, gli spazi e le competenze per farlo. E negli ultimi anni si è visto come sia difficile far arrivare la palla ovale nelle tv degli italiani.

"Credo che il fulcro della nostra crescita passi dall'aumento di spettatori. Spettatori dal vivo, prima ancora che televisivi. Quest'anno purtroppo il 6 Nazioni non ha portato aumenti di spettatori a Sky. Bisogna cercare partner Tv che trasmettano in chiaro e facciano arrivare con facilità il rugby nelle case di tutti" ha dichiarato Alfredo Gavazzi, il candidato della cordata del presidente Dondi, ieri nell'incontro con i club di Brescia.


Una dichiarazione lapalissiana, il problema è capire come arrivare a ciò. E qui una risposta ancora non c'è. Palinsesti pieni, scarsi mezzi economici, mancanza di professionalità in grado di parlare di rugby, disinteresse sono stati gli scogli contro cui si è arenato il rugby italiano in tv negli ultimi anni. Tutti vogliono il rugby in chiaro, ma nessuno ha ancora capito come fare.


Nota a margine: togliere il rugby a Sky e darlo agli italiani. Questo il progetto di Alfredo Gavazzi, dunque. Ma il candidato bresciano non la racconta del tutto giusta. Tra un anno, infatti, il Sei Nazioni sparirà da Sky, secondo le voci che si rincorrono da mesi. Ma, quando accadrà, nessun candidato si prenda il merito di aver riportato il rugby in chiaro. Perché? Perché a rinunciare al Sei Nazioni è Sky, che ha visto di non avere un ritorno economico sufficiente rispetto al costo. Perché il rugby, in Italia, non è ancora economicamente autosufficiente.


Commenta questa notizia sul FORUM di RUGBY 1823


 


RUGBY 1823 è anche su Facebook


RUGBY 1823 è anche su Twitter

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO