Sei Nazioni: ai nostri avversari non girano più le palle

L'annuncio dell'accordo di cinque anni con Adidas per la fornitura dei palloni per il Sei Nazioni è stata accolta con piacere all'estero.

adidas_pallone.JPG "E i francesi che s'incazzano, che le palle ancora gli girano" cantava Conte tanti anni fa. E, oggi, scopriamo che non solo ai francesi, ma a tutti i nostri avversari la discesa a Roma dava fastidio. In particolare ai loro calciatori. La colpa? Del pallone usato in Italia.

Ricordate quel Sei Nazioni in cui l'Inghilterra rischiò di uscire con le ossa rotte dal Flaminio a causa della pessima giornata dalla piazzola di Sir Jonny Wilkinson. Forse la colpa non era tutta dell'apertura inglese. La stampa britannica, infatti, ha accolto con piacere la notizia che dal prossimo Sei Nazioni a fornire i palloni per i test match interni dell'Italia non sarà più la Mitre, ma Adidas.


Un cambio epocale dal punto di vista del marketing e della comunicazione - come non smetterò mai di ripetere, evidenziando come sia arrivato anche troppo tardi -, ma anche un cambio epocale in campo. Già, perché come scrive la stampa inglese diversi giocatori in passato si erano lamentati dei palloni Mitre al momento dei calci. Adidas, invece, fornisce anche i palloni della Heineken Cup e, così, i cecchini europei sono più tranquilli.


RUGBY 1823 è anche su Facebook


RUGBY 1823 è anche su Twitter

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO