Affari italiani: la franchigia federale ha un nome, Zebre!

La Federazione Italiana avrebbe scelto il nome per la nuova squadra che parteciperà alla RaboDirect Pro 12.

zebre_federali.jpg Si era tanto parlato dei Dogi come possibile entità veneta in Celtic League e, invece, saranno le storiche Zebre di Marco Bollesan a calcare i campi celtici. Dovrebbe essere questo, infatti, il nome scelto da Giancarlo Dondi per la nuova franchigia federale.

Un nome che farà storcere il naso a molti appassionati. Già, perché le Zebre, fondate nel 1973 da Marco Bollesan, sono rimaste nel cuore dei tifosi ovali. Una squadra a inviti - bianco e nera come i Barbarians - capace di portare in Italia squadre storiche del rugby mondiale in un'era dove la palla ovale non aveva la forza mediatica di oggi.


Zebre che si erano ritrovate nel 2009 al Giuriati di Milano, contro l'Amatori, per raccogliere fondi per l'Abruzzo, ma che ormai da anni erano state messe nel cassetto dei ricordi. E, ora, Giancarlo Dondi, Carlo Checchinato e gli altri responsabili della nuova franchigia federale lo hanno ritirato fuori.


Le Zebre, se vinceranno l'ultimo ballottaggio - ma mi viene dato per certo, dovrebbero andare nella RaboDirect Pro 12. Chi sa se il marchio e i diritti delle Zebre sono ancora di Renato Tullio Ferrari, fondatore insieme a Bollesan della squadra? Chi sa cosa ne penserà lo stesso Bollesan. A me, personalmente, lascia l'amaro in bocca. La nuova entità federale è, appunto, nuova. Non ha nessun legame territoriale né storico con le Zebre. Boh, siamo passati dagli Aironi alle Zebre, ma lo zoo ovale italiano continua a non convincere.


RUGBY 1823 è anche su Facebook


RUGBY 1823 è anche su Twitter

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO