PREMIERSHIP: HARLEQUINS REALI D'INGHILTERRA

Sono i londinesi i campioni d'Inghilterra 2012, dopo aver battuto i Leicester Tigers a Twickenham.

aviva_2012_harlequins_campioni.jpg Il primo titolo della storia degli Harlequins, l'ennesima finale persa dai Tigers. La finalissima inglese vede gli Arlecchini salire sul trono d'Inghilterra grazie alle mete di Williams e Robshaw, mentre a Leicester non basta la fiammata finale per cambiare le sorti del match.

Pronti, via e Manu Tuilagi subito avverte gli avversari che non scherza, con un placcaggio deciso e al limite del regolamento. Dopo tre minuti, però, sono gli Harlequins che sfruttano un fuorigioco dei Tigers per portare i primi tre punti a casa. La risposta di Leicester non frutta nulla a Ford e compagni, mentre alla prima occasione il contrattacco dei Quins viene fermata fallosamente dalle Tigri ed Evans va di nuovo sulla piazzola, ma questa volta centra il palo. Resta in attacco però la squadra di Londra che domina i primi 10' del match e proprio dopo dieci minuti va in meta con Tom Williams, l'uomo del Bloodgate del 2009. Dopo 12' finalmente i Tigers offrono una bella azione, con gli avversari che devono ricorrere al fallo per fermare un ottimo attacco di Ayerza e George Ford muove il tabellino anche per gli "ospiti". Crescono i Tigers nel finale del primo quarto, sfruttano i falli dei Quins e guadagnano metri anche se non riescono ad andare a punti, chiudendo i primi 20' in svantaggio per 8-3.


Al 22' un fallo in mischia di Ayerza permette ai londinesi di allungare nuovamente nel punteggio e dopo due pali presi Nick Evans non sbaglia e riporta a +8 i suoi che vanno oltre break. E' ancora la fallosità delle due squadre a farla da padrona e al 26' è George Ford ad andare sulla piazzola, ma per il diciannovenne dei Tigers il calcio è pessimo. Due minuti dopo però Ford si fa perdonare e riporta sotto break Leicester. E il sorpasso arriva al 31' quando Mafi s'invola in solitaria dopo una touche sbagliata e lasciano che Cole conquisti l'ovale, acceleri e liberi la terza linea che impatta il risultato e poi Ford porta avanti i Tigers. E il momento migliore delle Tigri che insistono, sentendo il sangue degli avversari feriti, che però non i arrendono e il finale del primo tempo vede le due squadre sfidarsi senza tanti tatticismi. Soffrono soprattutto in touche gli Harlequins, che perdono troppi ovali in rimessa laterale impedendo ai padroni di casa di rendersi pericolosi mentre il tempo si avvicina al 40'. Devono così partire da lontano, ma a due minuti dal termine un'ingenuità di Waldrom costa al nr. 8 dei Tigers il cartellino giallo e Nick Evans ha l'occasione del sorpasso quasi allo scadere. L'apertura neozelandese non sbaglia e riporta gli Harlequins a +1. L'ultima occasione del primo tempo è dei Tigers, ma Leicester fatica a costruire e Ben Youngs manda tutti negli spogliatoi.


Gli Harlequins tornano in campo forti della superiorità numerica che vogliono subito sfruttare per allungare e dopo quattro di minuti Evans può farlo dalla piazzola e in numero 10 non sbaglia. Molto fallosi i Tigers che permettono così agli avversari di guadagnare metri senza fatica e un nuovo fallo al 47' manda di nuovo gli Harlequins a puntare i pali ed Evans spedisce a +6 la sua squadra quando Waldrom è pronto a rientrare in campo. Ma resta in attacco la squadra di Londra che controlla il match in questa prima fase del secondo tempo. A 24' dalla fine è il momento di Martin Castrogiovanni che prende il posto di Dan Cole, ma sono sempre gli Harlequins a spingere a pochi metri dalla linea di meta e al 57' è Robshaw a marcare la meta che lancia i londinesi a +13 quando manca un solo quarto tra gli Harlequins e il titolo inglese 2012.


E continuano a spingere gli Arlecchini, mentre le Tigri sembrano aver alzato già bandiera bianca. Così un nuovo fallo in mischia a poco più di un quarto d'ora dal termine fa raggiungere a Nick Evans quota 30 sul tabellone. Ma la fiammata delle Tigri arriva a 13' dalla fine, quando un buco enorme in mezzo al campo di Youngs lancia Anthony Allen tra i pali e riapre, almeno virtualmente, il match. Un'altra invenzione di Youngs poco dopo riporta ancora i Tigers in attacco e conquistano un fallo che porta a distanza di break Leicester. Si entra così negli ultimi dieci minuti con gli Harlequins ancora avanti di sette punti, ma l'inerzia del match tutta sulle spalle delle Tigri che hanno ritrovato la cattiveria necessaria. Mantiene l'ovale la squadra di Londra, mentre si entra negli ultimi 5 minuti e si alza la temperatura in campo per entrambe le formazioni. Gira l'orologio e a tre minuti e mezzo Leicester riconquista l'ovale e può provare a rincorrere i supplementari. Ma dopo aver dominato in touche fino a ora Tom Youngs commette un gravissimo errore in rimessa e la palla torna agli Arlecchini a due minuti dal termine. Ma un fallo in mischia ribalta tutto e Castro e compagni conquistano una punizione che li riporta nei 22 con una touche che diventa decisiva. Un altro fallo, una touche a 25 secondi dalla fine, ultima occasione per i Tigers che sono dentro i 5 metri degli Harlequins. Mischia a tempo scaduto per Leicester che non possono sbagliare più nulla. Ma Barnes fischia fallo contro le Tigri e finisce qui. Harlequins campioni, Tigers in lacrime.


HARLEQUINS - LEICESTER TIGERS 30-23
Sabato 26 maggio, ore 16.00 - Twickenham, Londra
Harlequins: 15 Mike Brown, 14 Tom Williams, 13 George Lowe, 12 Jordan Turner-Hall, 11 Ugo Monye, 10 Nick Evans (76' Rory Clegg), 9 Danny Care, 8 Nick Easter, 7 Chris Robshaw (capt), 6 Maurie Fa'asavalu (72' Tom Guest), 5 George Robson, 4 Olly Kohn, 3 James Johnston, 2 Joe Gray, 1 Joe Marler.
Leicester: 15 Geordan Murphy (capt), 14 Horacio Agulla (74' Scott Hamilton), 13 Manusamoa Tuilagi, 12 Anthony Allen, 11 Alesana Tuilagi, 10 George Ford (74' Billy Twelvetrees), 9 Ben Youngs, 8 Thomas Waldrom, 7 Julian Salvi, 6 Steve Mafi, 5 Geoff Parling, 4 George Skivington (74' Graham Kitchener), 3 Dan Cole (56' Martin Castrogiovanni), 2 George Chuter (61' Tom Youngs), 1 Marcos Ayerza (74' Logovi'i Mulipola).
Arbitri: Wayne Barnes; Dave Pearson, Paul Dix; Geoff Warren
Marcatori: 3' cp. Evans, 10' m. Williams, 15' cp. Ford, 22' cp. Evans, 28' cp. Ford, 31' m. Mafi tr. Ford, 40' cp. Evans, 45' cp. Evans, 48' cp. Evans, 57' m. Robshaw tr. Evans, 65' cp. Evans, 67' m. Allen tr. Ford, 70' cp. Ford
Cartellini gialli: 38' Waldrom 


RUGBY 1823 è anche su Facebook


RUGBY 1823 è anche su Twitter

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: