Affari italiani: Dondi vota Parma

Sulle pagine di un quotidiano online di Parma il presidente federale mette i paletti alla sua nuova formazione.

Immagine di anteprima per dondi_franchigia_parma.jpgLa sede nella sua Parma, lo stadio nelle più immediate vicinanze e un taglio netto agli stipendi dei giocatori. Mentre si aspetta l'ok dei tecnici Gajan e Troncon. Giancarlo Dondi, presidente Fir, racconta la sua franchigia federale a ParmaPress 24. Ecco le sue parole.

"La base è sicuramente a Parma - dichiara il presidente Dondi-. L'organizzazione della Celtic League ha bisogno di un'area geografica ben precisa di riferimento per organizzare tutti i voli delle trasferte. Anche il campo di gioco, quindi, sarà in questa zona o comunque molto vicino, e parlo quindi dell'area Viadana, Reggio Emilia Piacenza".


Più difficile l'opzione Moletolo, cioè sede e stadio a Parma. "Sarebbe stato verosimile se fossero iniziati i lavori di sistemazione del campo, come stipulato con l'amministrazione comunale, a gennaio. Ma sono slittati a causa dei vari problemi che hanno investito il Comune di Parma. Ora vedremo quando i lavori saranno ultimati, certo sarebbe bello e le carte sono firmate, ma vedremo se i tempi ce lo permetteranno. Nel caso la struttura non fosse pronta ce ne possiamo benissimo andare da Parma, non c'è problema, ci sono molte strutture adatte qui intorno".


Passando alla parte tecnica, Dondi sta aspettando una risposta dal duo Gajan/Troncon, dato per certo negli Aironi 2 "Chiaramente abbiamo chiesto a tutti se ci stavano e aspettiamo le risposte. Vogliamo fare le cose fatte bene e in modo duraturo. Non ci possiamo permettere quindi le cifre che hanno affossato gli Aironi: questo anche per i giocatori".


Dai tecnici ai giocatori il passo è breve. E dopo il comunicato degli azzurri di ieri ecco la risposta di Dondi "Ho letto che gli atleti si rifiutano di abbassarsi lo stipendio per la Federazione, l'avrebbero fatto solo per gli Aironi. Beh, io dico, sono liberi di fare quello che vogliono: purtroppo non possiamo pagarli di più. Già oggi pomeriggio comunque nomineremo la figura di un tecnico che si dedicherà al reclutamento della nuova rosa". In verità i giocatori temono che il taglio concordato con Melegari diverrebbe più duro con la Fir e chiedono solo lo stesso trattamento economico.


RUGBY 1823 è anche su Facebook


RUGBY 1823 è anche su Twitter

  • shares
  • +1
  • Mail
47 commenti Aggiorna
Ordina: