Affari italiani: Pro 12, Calvisano in pole position

Si fa sempre più strada l'ipotesi che la nuova franchigia celtica avrà base nella città lombarda.

Immagine di anteprima per calvisano_campione_d_italia_2012.jpgOltre al danno, la beffa. Le voci che da oggi pomeriggio si rincorrono e che hanno trovato conferma in un paio di telefonate, ribadiscono ciò che da giorni si sussurrava. I movimenti federali stanno portando la seconda franchigia federale da Viadana a Calvisano.

Le prime avvisaglie si erano avute alcuni giorni fa, quando il consigliere federale Alfredo Gavazzi, l'uomo forte in casa Calvisano, aveva negato la volontà di correre per la franchigia attraverso il bando, ma si era detto disponibile per ospitare l'eventuale club federale.


Le prime conferme, ufficiose, erano giunte dal Consiglio stesso, dove mi è stato raccontato di una proposta concreta di Gavazzi a Dondi per dare alla nuova franchigia una sede dove allenarsi.


Poi ci sono stati i commenti del telecronista Rai Riccardo Pescante, che parlando del match tra Calvisano e Prato sottolineava come il nuovo San Michele fosse proprio adatto a palcoscenici migliori dell'Eccellenza.


Poi ci sono state le interviste, le voci, i dubbi. Fino a oggi pomeriggio, con i rumors riportati da Il Grillotalpa, e confermati da mie fonti vicine sia a Gavazzi sia alla Fir (ma sono due entità distinte e distinguibili?). Il consigliere Gavazzi, infatti, si sta muovendo ufficialmente per costruire la struttura intorno cui costruire la franchigia federale. Ed entro mercoledì dovrà comunicare al presidente Dondi se sarà riuscito a mettere su progetto per fare da appoggio alla nuova entità celtica.


Unico dubbio? Ma Alfredo Gavazzi si sta muovendo in qualità di uomo Fir, cioè consigliere, o di uomo Calvisano?

  • shares
  • +1
  • Mail
93 commenti Aggiorna
Ordina: