Eccellenza: Cavalieri, la finale di Wakarua finisce qui

L'apertura del Prato è stato squalificato per quattro settimane per il pugno tirato a Fadalti.

wakarua_squalificato.jpg Quattro settimane di squalifica. Questa la decisione del giudice sportivo, ufficializzata in mattinata, per il pugno tirato da Rima Wakarua (foto Daniela Pasquetti) a Fadalti nella semifinale di ritorno tra i Cavalieri Prato e il Mogliano. Si chiude, quindi, qui la stagione dell'apertura dei toscani che non potrà prendere parte al match di sabato e all'eventuale bella.

Un pugno incredibilmente non visto dalla terna arbitrale, ma non sfuggito alle telecamere. Per questo motivo il giudice sportivo ha squalificato Wakarua per tre settimane, inasprite a quattro a causa del fatto che il colpo ha colpito la testa dell'apertura del Mogliano.


Un brutto colpo per i Cavalieri, già clamorosamente sconfitti in rimonta nella prima semifinale, che ora dovranno espugnare il campo del Calvisano due volte senza il loro cecchino e senza l'apertura titolare. Spazio, dunque, per Riccardo Bocchino, fresco convocato per il tour estivo dell'Italia.

  • shares
  • +1
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: