Eccellenza: Calvisano, una finale all'ultimo secondo

Si è disputata la semifinale di ritorno del massimo campionato italiano di rugby.

eccellenza_rovigo_finale.jpg Una meta di Vunisa poco dopo la mezz'ora di gioco e un primo tempo in cui Rovigo non oppone la giusta resistenza. Poi però gli ospiti, forti del successo dell'andata, tornano sotto con il risultato e per Calvisano la finale non sembra più così scontata come qualcuno immaginava.

Si deve così arrivare fino al fischio finale dell'arbitro per poter sapere chi è la prima finalista del massimo campionato italiano di rugby. E alla fine è un fallo di Rovigo a tempo omai scaduto che manda Griffen sulla piazzola, dà il 16-9 per i padroni di casa e per un punto i neopromossi di Andrea Cavinato conquistano la finale.


Calvisano parte forte, macina gioco con gli avanti - Vunisa porta palloni su palloni - ed intorno alla mezzora è in vantaggio per 10-0 proprio grazie ad una meta del suo numero otto  fijano dopo una rimessa laterale nei ventidue dei Bersaglieri. Griffen consolida ad un minuto dal termine della prima frazione di gioco, facendo allungare la squadra di casa sul 13-0, ma nel recupero Basson accorcia le distanze mandando le squadre a riposo sul 13-3.


Copione che non cambia nel secondo tempo, con la mischia del XV di Andrea Cavinato a farla da padrona perdendo al tempo stesso però quei possessi che potrebbero permettere ai gialloneri di allungare nel risultato. Rovigo gioca soprattutto al piede, si difende e prova a sfruttare le palle di recupero: al dodicesimo arriva un piazzato che Basson non sbaglia, 13-6.


Calvisano continua a costruire e sprecare, Rovigo - a cui basta un punto per portarsi avanti nel risultato aggregato e qualificarsi - comincia a credere nell'impresa: nel combattimento gli uomini di Roux si esaltano e Calvisano sembra perdere il filo del match. Negli ultimi dieci minuti succede di tutto, con la squadra di casa che incappa in più di un velo offensivo e, dopo un piazzato dalla distanza di Duca che colpisce il palo, regala una mischia a Rovigo sui propri cinque metri. A sbrogliare una situazione pericolosa pensa ancora il pack trascinato, sul lato destro della prima linea, da un monumentale Costanzo.


Allo scadere del tempo regolamentare, su un raggruppamento appena fuori dai ventidue di Calvisano, il capitano dell'Italia U20 e tallonatore calvino Maistri entra in modo irregolare su un raggruppamento e regala a Rovigo una facile punizione: Basson trasforma ed i Bersaglieri si portano a più due nella differenza punti. Sembra l'epilogo, ma Calvisano trova ancora modo di reagire e si riversa in attacco con un'ultima, disperata azione multifase. I bresciani conservano il possesso e, ormai in pieno recupero, costringono la difesa ospite al fallo. Da posizione agevole Griffen trasforma il 16-9 con cui Passacantando fischia la fine e con cui Calvisano - nell'anno del ritorno nel massimo campionato - conquista per l'ottava volta nella propria storia un posto in finale.


Domani alle 17.30, al "Chersoni" di Prato, gli Estra I Cavalieri Prato ed il Marchiol Mogliano si contenderanno l'ultimo posto disponibile nella serie di finale che inizia sabato prossimo: diretta Rai Sport 2, gli Estra I Cavalieri Prato partono dalla vittoria per 29-24 conquistata in provincia di Treviso nel match d'andata.




 


Calvisano, Stadio "San Michele" - sabato 5 maggio


Eccellenza, semifinale ritorno


Cammi Calvisano v Femi-CZ Vea Rovigo 16-9 (4-1)


Marcatori: p.t. 17' cp. Griffen (3-0); 33' m.Vunisa tr. Griffen (10-0); 39' cp. Griffen (13-0); 43' cp. Basson (13-3); s.t. 12' cp. Basson (13-6); 40' cp. Basson (13-9); 47' cp. Griffen (16-9)


Cammi Calvisano: Berne (16' st. Bellandi); Canavosio (1' st. Appiani), Smith, Frapporti (1' st. Pavin), Bergamo (30' st. Visentin); Griffen (cap), Palazzani; Vunisa, Scanferla, Birchall; Beccaris, Erasmus; Costanzo (35' st. Violi), Morelli (30' st. Maistri), Lovotti


all. Cavinato


Femi-CZ Vea Rovigo: Basson; Pavan R. (30' st. Zanirato Mi.), Pedrazzi, Van Niekerk, Bacchetti; Duca, Wilson; Scholtz, Cristiano (30' st. Lubian E.), Persico; Tumiati (17' st. Ferro), Maran; Ceglie (3' st. Lombardi), Mahoney (cap., 6' st. Giazzon), Quaglio (40' st. Boccalon)


all. Roux


arb. Passacantando (L'Aquila)

  • shares
  • +1
  • Mail
71 commenti Aggiorna
Ordina: