Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

Scritto da: -

Indiscrezioni di stampa parlano della possibilità che la Fir acquisti i cartellini dei giocatori d'interesse nazionale.

fir_proprietaria_cartellini_rugbisti.jpg Potrebbe aprirsi un nuovo fronte polemico nel mondo ovale italiano. Proprio poche ore dopo che è uscita la notizia della nascita del sindacato dei rugbisti italiani - che tra i vari punti vogliono la libertà di circolazione - ecco la voce che parla della volontà della Fir di acquisire i cartellini proprio dei giocatori d’interesse nazionale (foto Elena Barbini).

A darne notizia è l’edizione di Rovigo de Il Resto del Carlino, che sulle sue pagine scrive come “l’imminente sessione di mercato potrebbe essere scossa da una novità importante in merito al trasferimento degli atleti italiani. Pare infatti che la Federazione sia intenzionata ad acquisire tutti i cartellini dei giocatori delle Accademie, divenendone di fatto proprietaria, a fronte di un indennizzo comunque riconosciuto al club dove lo stesso atleta è cresciuto. Successivamente, i giocatori, verrebbero ‘girati’ alle società che ne facessero eventuale richiesta. […] Così facendo, il mercato interno dei giovani giocatori azzurri potrebbe essere controllato dalla stessa Fir. Un primo passo che, in futuro, potrebbe allargarsi anche agli atleti seniores”

Non so perché, ma se questa ipotesi divenisse realtà sono pronto a scommettere che l’associazione rugbisti appena nata e i club celtici avrebbero qualche cosa da ridire…

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    sarebbe la soluzione ideale per mettere fine a tutti i casini e polemiche di questo periodo. piuttosto mi domando se ci sia la forza economica di fir per acquistare i tabellini di tutta questa gente... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    a me sembra una sparata...  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    E\' il passo naturale nel caso in cui la FIR si autogestisca la seconda partecipazione al PRO12, e non solo... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    In Italia c\'è una federazione ufficialmente dilettantistica(di fatto è anche peggio),le 2 celtiche sono in un campionato professionistico(senza poterlo essere loro,anche se si muovono come tali) ed il movimento sotto,dilettantistico anch\'esso(aggiungerei allo sbando)... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    Questa dei cartellini è un\'altra sparata. La FIR non può farlo. La Fir non può nemmeno partecipare direttamente alla RaboPro12 con una franchigia interamente federale(il board non glielo permetterebbe),la Fir non poteva revocare la licenza come ha fatto(nemmeno se gli Aironi fossero realmente falliti) e non può nemmeno indire un nuovo bando,oltre tutto diverso dal primo(non mi stupirei venisse ritirato mentre sto scrivendo). E pensare che in FIR sono in tanti e ci sono anche molti avvocati...... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    Scusate, capisco i pregiudizi contro la FIR, ma non è così anche in altri paesi? In NZ ad esempio mi pare che i giocatori nel giro All Blacks abbiano un contratto con la Federazione che li gestisce e determina in quali franchigie vadano a giocare. Una cosa del genere era capitata pure, mi sembra, per O\'Driscoll che poteva finire all\'estero. Anche in quel caso è intervenuta la IRFU a formalizzare un contratto col giocatore e a farlo rimanere a Leinster. La FIR scommette sui giovani italiani, che costano poco, e cerca di gestirli al meglio. Per me non è male ma in ogni caso non è nemmeno l\'unica. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    Il problema non è il principio, ma l\'applicazione che ne farebbe la FIR. Io non ho alcuna fiducia vista la gestione condotta finora. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    Dalle tue assolute affermazioni suppongo che tu sia un avvocato @GPaolo. A noi non addendro alla materia, ci dai documentazione o riferimenti oggettivi alle tue conclusioni: 1) La FIR non può partecipare direttamente alla RaboDirect PRO12, documenti a supporto (anche se a me viene alla memoria la partecipazione del Connacht). 2) la FIR non può revocare la licenza agli Aironi, anche qui documenti e regolamenti a supporto. 3) la FIR non può indire un nuovo bando, anche qui in base a ... (documenti). Perchè, diversamente, le conclusioni possono essere solo due: o gli avvocati della FIR mangiano troppe trote o ... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 9 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    @Pierre, si ma nn si può paragonare il sistema neozelandese o quello irlandese con l\'Italia in cui i club di vertice erano/(sono?) due, di cui uno privatissimo e indipendente e l\'altro un aborto di franchigia ma cmq privata. Cose a caso come sempre... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 10 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    @GPaolo: potresti dettagliatamente validare le tue affermazioni? così mi sembrano semplicemente frasi messe lì tanto per fare Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 11 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    @ale; in realtà il sistema irlandese ha solo 4 franchigie di livello e quelllo neozelandese 5. E\' chiaro che la base è ENORMEMENTE (!) diversa, però dire a priori che non si possa fare e che sia sbagliato mi sembra eccessivo. Inoltre la tendenza generale è quella, guarda il Galles come piange il continuo esodo dei suoi campioni. Pensa anche ad episodi come Nieto che per contratto non può rispondere alle convocazioni perché nei Saracens e immagina una situazione simile per Chistolini al Gloucester. Per una volta che la FIR pensa al futuro... Poi sulle effettive capacità di gestione della FIR sono anche io dubbioso, ma mi sembra pretestuoso essere contrari a prescindere verso ogni iniziativa. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 12 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    Mi pare una stronzata di tipo bulgaro, così per un piatto di lenticchie la federazioe si prende gli accademici e li gira agli amici degli amici? Domanda  se io investo nel vivaio e spendo l\'80 % dei soldi che rastrello faticosamente  invece di comprarmi giocatori argentini o similari   ( come fanno in molti ) perchè devo subire un esproprio federale? se passa sta regola da socialismo reale, le  (poche) realta che si dedicano alla formazione dei giocatori potrebbero fare il seguente ragionamento, .. raccatto un paio di centinaia di bambini , per fare cassa con le quote, li faccio cazzeggiare fino al 19 anno di età e poi con i soldi risparmiati mi prendo qualche oriundo , la serie B/ A è garantita , ma in tal caso dove li trova la federazione i \" fenomeni \" prossimi venturi?  Scusate dimenticavo, li trova in Argentina. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 13 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    perchè per un paitto di lenticchie? i club potrebbero prendere bei soldi da un\'iniziativa del genere no? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 14 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    @Pierre, io ho detto che mi sembra una sparata, soprattutto in questo momento, nel quale c\'è una squadra privata come la benetton che si deve comprare i giocatori e c\'è il forte rischio di una squadra federale per sostituire gli aironi. Dimmi come è possibile gestire una situazione simile? o sono tutti sullo stesso livello (club-franchigie) come in nuova zelanda oppure il conflitto di interessi tra Fir e benetton o chi per lui è troppo forte. (e questo lo dico a prescindere dalla Fir) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 15 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    @paolo60... mi dispiace informarti che cmq sia un giocatore può andarse dal club che lo ha formato in un\'altro se quest\'ultimo paga l\'indennizzo di formazione... e penso che lo stesso criterio lo applica la Fir... e sono bei soldi, c\'erto nn è il cacio mercato ma se tu produci almeno un giocatore di livello all\'anno nn è male... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 16 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    Invece di applicare il futuro alla situazione aironi e alla franchigia federale pensate ad inizio stagione cosa prevedeva il contratto tipo per i giocatori celtici redatto da fir a air... detto questo ben venga un nuovo sindacato migliore rispetto all\'Air Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 17 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    Riflettiamo su di un prossimo scenario molto realistico. La Fir conduce direttamente la seconda franchigia e detiene i tabellini dei giocatori di interesse nazionale. Secondo voi la federazione cederà i giovani promettenti a Treviso o cercherà di tenerseli per la propria squadra? E Treviso come dovrebbe accettare diktat esterni che le impediscono di fare un mercato consono ad una società professionistica qual\'è? Risultato: rapporti tra Fir e Treviso sempre più tesi a scapito ovviamente del nostro già povero movimento.     Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 18 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    Magari , sarebbe la cosa più inteligente che la FIR potrebbe fare ! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 19 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    Chi confornta la cosa con l\'Irlanda non sa bene di cosa parla. La IRFU ha sotto contratto diretto 25-26 giocatori non le Accademie che sono gestite direttamente dalle Provincie. Secondo si tratta di una contrattazione normale, qualcuno ha fatto l\'esempio di BOD, BOD era gia\' con central contract (IFU) che scadeva, aveva avuto offerte dalla Francia e la IRFU per tenerlo le ha dovute pareggiare...per spiegarci Fitgerald e\' a scadenza con la IRFU (uno dei pochissimi casi che da academy contract e\' passato direttamente al central contract senza passare per il provincial contract), la IRFU ha offerto un nuovo contratto tagliato del 30% qualche settimana fa e l\'accordo non si e\' ancora trovato eprche\' Fitzgerald non vuole accettare questo contratto e se non si trova Fitgerald andra\' all\'estero (il Leinster come provincial contract non penso arrivera\' a certe cifre). Terzo dopo il central contract il giocatore si accorda con una Provincia, non e\' la IRFU a dire tu vai li\' punto e basta, certo ROG nato e cresciuto nel Munster difficilmente andra\' nel Leinster o BOD il contrario ma la IRFU non impone una destinazione ad un giocatore. Terzo il Connacht non e\' una franchigia federale, ha propria indipendenza economica e gestionale. Il conflitto d\'interesse dell\'idea Fir nel caso ci sia una franchigia federale ed una privata e\' lampante nel caso, la Fir si arroga il diritto di essere proprietaria di tutti i giocatori delle Accademie cosa assolutamente assurda che non ha eguali da nessuna parte. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 20 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    @Pierre Inizi con un: Scusate, capisco i pregiudizi contro la FIR, ma non è così anche in altri paesi? Contro la FIR non sono pregiudizi. Sono dati di fatto.  Gestisce un bel malloppo in maniera segreta. Non ottiene un risultato decente da sempre. E\' entrato nel giro grosso grazie a due club privati (Milan e Benetton) e ci resta grazie ai giocatori che giocavano in Francia e alla Benetton. E soprattutto vorrei sapere quanto costano le accademie. Quanti campioni sono usciti finora dall\'accademia. A quale costo €/giocatore? Perche\' quando giocavo io nelle nazionali giovanili vi era una nutrita rappresentanza di alcuni club che praticamente sono spariti? Parlo di squadre come Petrarca, Rovigo, Treviso?  Ho come un vago sospetto. Quando ero giovane e si facevanvo i raduni arrivavano fino ad un certo livello i figli di presidenti, i nipoti di dirigenti. Solo che all\'epoca vi era una selezione rea Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 21 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    @Stefo; ti ringrazio, come sempre, per la precisione e l\'accuratezza sulle stuazioni irlandesi. Il mio intervento su BOD era evidentemente incompleto, ma in fondo fondato; ci sono dei giocatori irlandesi con contratto IRFU, cioè da quello che dici, central contract + provincial, che è poi più o meno quello che accadeva con le liste federali del 60% tanto vituperate in questo blog. Il fatto che poi un BOD non vada a Munster mi sembra scontato, è un top player e giocherebbe in tutte le squadre del mondo, ma se ad esempio un giocatore sotto contratto IRFU non giocasse nella provincia, a mio avviso la IRFU imporrebbe il trasferimento ad un\'altra. Che so, immagina se Leinster prendesse Carter e non facesse giocare Sexton. @Svedese; anche io sono critico nei confronti della FIR per tante cose, non ultima la debacle contro i georgiani in un alto post con un livello di gioco amarggiante a dire poco. Sono persino abbonato Aironi e mi spiace per come le cose siano andate a finire. Però la mia impressione è che una regola del genere possa aiutare a far crescere parecchi giovani in un ambiente più tranquillo e senza pressioni. Più di 25-30 giovani non li potresti avere sotto contratto (e alcuni neanche lo meriterebbero) e mano a mano che la base si allarga ne avrebbero vantaggio tutti, compresa la Benetton. Può non essere la soluzione ottimale e anche io sono dubbioso sulla gestione FIR, ma io una squadra di giovani italiani la andrei a vedere di sicuro con piacere, anche se perdesse 0 a 82 che so contro il Clermont... :-) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 22 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    @ Pierre La posizione di partenza della IRFU e\' proprio diversa: la IRFU si occupa di assicurare che i giocatori di altissimo livello restino in Irlanda e restino nelle Provincie che li hanno formati e sviluppati, la Fir vuole assicurarsi di essere in grado di controllare dove i giocatori giovani vanno e sara\' interessante vedere quanto pagheranno i club che formano questi giocatori... Poi in Fir fanno questo probabilmente in vista del fatto che si dovranno sobbarcarsi una franchigia federale altra enorme differenza, la IRFU non mette sotto contratto quei giocatori e poi puo\' avere un conflitto d\'interesse rispetto alle Provincie anche per quello non ordina spostamenti perche\' se no involontariamente (o anche volontariamente) potrebbe favorire una squadra invece che l\'altra. Sull\'esempio Carter, proprio perche\' la IRFU assicura (o almeno ci prova) che Sexton venga pagato in maniera tale da non essere attratto da offerte straniere un Leinster non puntera\' mai ad un Carter, ma nel momento che Sexton non trova l\'accordo con la IRFU (e di nuovo qui enorme differenza, la IRFU non si arroga il diritto di essere proprietaria di un cartellino, fa una contrattazione normale con giocatore e/o il suo agente) il Leinster magari lo prende ma ovvio che se la IRFU riesce a tenergli Sexton non hanno interesse a spendere i soldi in un Carter. Le situazioni sono completamente diverse, le idee alla base del sistema lo sono. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 23 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    @svedese, con tutto il rispetto, il tuo atteggiamento non aiuta a trovare soluzioni per andare avanti. anche a malincuore, bisogna ammettere che il 6N e e la Celtic League sono due inizative importanti della federazione. la celtic e\' stata una decisione presa con 10 anni di ritardo purtroppo, ma con ampi settori del movimento contro. Le accademie costano molto (penso, visto che non si vedono i bilanci) e ci vorra\' un po\' per vedere quali giocatori producono. pero\' ad oggi ci sono benvenuti e gori che sono dei prospetti di livello molto alto, piu\' decine di giocatori in celtic ed altri in nazionale come venditti, d\'apice, furno. in piu\' e\' cambiata anche la produzione del tipo di giocatori. per me morisi, campagnaro, della rossa, iannone, pur avendo tutto ancora da dimostrare, sono dei giocatori con caratteristiche che mancano da quasi 10 anni in italia. pero\' se fai il paragone con la situazione precedente, per quanto Treviso, Padova ed i club storici abbiano fatto tanto per il movimento, non e\' che abbiano prodotto talenti in modo costante ed in tutti i ruoli. le accademie erano necessaria perche\' la nostra produzione di giocatori era insufficiente per il contesto internazionale. anzi la situazione pre celtic dimostrava in modo perfetto che il sistema dei club storici, e della loro formazione, non era di livello sufficiente nel contesto professionistico. sul bilancio segreto sono daccordissimo, non sono tenuti a farlo pubblico per legge, ma sarebbe un ottimo e necessario segnale di trasparenza. Poi su Milano e Treviso, tutte le nazionali, anche negli altri sport professionistici si basano su nuclei delle squadre piu\' forti. non ci vedo niente di male. sono sempre i giocatori che scendono in campo, non i presidenti. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 24 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    Peppefir sei un mito, PADOVA NON HA PRODOTTO TALENTI IN MODO COSTANTE? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 25 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    Come si chiama il giocatore dell\'immagine? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 26 su Affari italiani: i rugbisti italiani saranno una proprietà della Federazione?

    Posted by:

    @ apolloniakeanu apperley Scritto il Date —