Affari italiani: Amore si candida e viene deferito

Un nuovo caso politico scuote il rugby italiano.

Immagine di anteprima per Immagine di anteprima per gianni_amore.JPGNon è un fulmine a ciel sereno per chi bazzica un po' l'ambiente e sente le voci che circolano già da tempo. Gianni Amore, candidato alla presidenza Fir, è stato deferito alla Commissione federale e, se verrà giudicato colpevole, non potrà candidarsi alle prossime elezioni.

A "ufficializzare" ciò che già si sapeva è Il Grillotalpa. Ecco cosa scrive il collega Paolo Wilhelm, cui aggiungo una chicca finale.


"Nuove nubi sul rugby italiano. Gianni Amore è il presidente del Comitato Siciliano della Federazione Italiana Rugby e ha già annunciato la sua candidatura alla presidenza della stessa FIR alle prossime elezioni che si terranno tra la fine della prossima estate e l'autunno/inverno.


Amore sarebbe però finito sotto inchiesta e il prossimo 13 aprile dovrebbe presentarsi davanti alla Commisione Disciplinare federale per difendersi dalle "accuse" di abuso di potere, di non aver tenuto l'assemblea regionale in maniera corretta e di non essere stato leale verso al stessa. Richia una sospensione fino a tre anni e mezzo, con conseguente decadimento della sua candidatura.


Gli viene imputato di non aver deliberato un corretto rendiconto economico in un periodo nel quale però Amore era Commissario e non ancora Presidente. Non solo, in un'asseblea dei presidenti dei comitati regionali avrebbe chiesto lumi a un delegato federale sulla compilazione degli stessi ma quest'ultimo avrebbe risposto dicendo che non sono necessari. Il tutto sarebbe stato verbalizzato".


Colpevole o innocente? Un atto dovuto o un atto deliberato per colpire un avversario politico (comunque con poche chance di farcela)? Lascio a voi la risposta, ma pongo alla vostra attenzione un altro fatto. Quale che sia il giudizio della Commissione disciplinare (organo eletto), le parti potranno fare appello. E, a giudicare, sarà una nuova commissione. Questa volta non eletta, ma nominata. Da chi?

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: