Affari italiani: Colorno salva i Crociati e inguaia gli Aironi

La società parmigiana è a un passo dall'ingresso nel club d'Eccellenza.

aironi_colorno_crociati.jpg Rischia di arrivare l'ultimo - definitivo - tradimento ducale a Silvano Melegari e ai suoi Aironi. Colorno, il socio più fedele alla causa celtica, è a un passo dall'abbandonare la nave e dirottare i suoi interessi all'Eccellenza.

I successi delle ultime settimane hanno ridato fiato ai Crociati, la formazione ducale d'Eccellenza che sembrava a un passo dalla retrocessione. Ora la classifica sorride al XV di Mazzariol e la salvezza sembra a un passo. E, di conseguenza, si deve pensare al futuro. Un futuro che - visto la crisi societaria dell'ultimo anno - necessita di euro freschi. Che potrebbero arrivare proprio da Colorno, pronto a entrare nell'avventura dei Crociati portando sponsor e contanti. Per ora non vi è nulla di scritto, ma le trattative sono a buon punto.


Soldi che, però, a oggi venivano garantiti agli Aironi. Dopo la defezione del Rugby Parma, dell'Amatori e del Noceto, infatti, la componente parmigiana nella franchigia celtica si era ridotta ai soli uomini di Colorno. E più volte il patron Melegari aveva sottolineato e ringraziato la società del Colorno per essere stata l'unica a rispettare i patti. Fino a oggi. Perché la crisi che ha colpito gli Aironi ha spaventato i ducali, i quali preferiscono puntare nuovamente all'Eccellenza - meno dispendiosa - lasciando la franchigia celtica. Un brutto colpo per gli Aironi, sempre più isolati e sempre più abbandonati proprio da quel territorio che credeva più amico.

  • shares
  • Mail
58 commenti Aggiorna
Ordina: