Italia: oggi l'ultimo atto di Fabio Ongaro

Il trentaquattrenne tallonatore azzurro darà oggi l'addio all'Italrugby.

fabio-ongaro-addio.jpg Fabio Ongaro, tallonatore dell'Italia e degli Aironi, ha annunciato ieri il proprio ritiro dall'attività internazionale all'età di trentaquattro anni a conclusione dell'RBS 6 Nazioni 2012.

L'avanti veneziano, recordman di presenze con la Nazionale nel ruolo di tallonatore con ottanta caps al proprio attivo, ha informato ieri lo staff azzurro della propria decisione di dare l'addio al palcoscenico dei test match in occasione della partita di domani contro la Scozia allo Stadio Olimpico di Roma nella quale Ongaro indosserà per l'ultima volta la maglia azzurra numero due, rimpiazzando dall'inizio l'infortunato Leonardo Ghiraldini.


"Voglio ringraziare tutti coloro con i quali ho avuto il piacere di lavorare in questi dodici anni nei quali ho avuto l'onore di rappresentare il mio Paese, dal Presidente Giancarlo Dondi all'attuale Commissario Tecnico Jacques Brunel: è stata una magnifica avventura e tutti i momenti vissuti indossando l'azzurro rappresenteranno per sempre dei meravigliosi ricordi. Non è stata una decisione facile da prendere, ma sono convinto di fare la cosa giusta al momento giusto. Ho giocato dieci Sei Nazioni e tre Coppe del Mondo, di certo ho giocato molte più partite di quante mi sarei mai aspettato il giorno del mio esordio con l'Italia, e sono felice di ogni singolo istante passato indossando questa maglia. Adesso credo sia corretto lasciare spazio ai tanti giovani interessanti che si stanno affacciando nel ruolo. Avevo preso questa decisione già durante il Mondiale in Nuova Zelanda, ma sono felice di poter dare l'addio alla Nazionale di fronte al nostro pubblico, in una cornice unica al mondo come quella dell'Olimpico" ha detto Fabio Ongaro.


"Fabio è stato uno dei giocatori più presenti nella storia della Nazionale, uno dei dieci che sino ad oggi hanno superato la soglia degli ottanta caps, ed ha sempre vestito la maglia azzurra con grande orgoglio e determinazione, un leader sul campo e fuori, sempre pronto ad aiutare i compagni ed a rappresentare un punto di riferimento per il gruppo. A nome della Federazione Italiana Rugby e di tutto il nostro movimento voglio ringraziarlo dal più profondo del cuore per lo straordinario contributo che ha saputo offrire alla causa della Nazionale, che ha guidato anche come capitano in un'occasione. Non posso che augurargli, a nome di tutto il rugby italiano, i migliori successi per il proprio futuro" ha detto il Presidente della FIR, Giancarlo Dondi, rendendo omaggio alla carriera internazionale del giocatore.


 


LINK UTILI:
QUI TUTTE LE INFO PER VEDERE IL SEI NAZIONI IN STREAMING


QUI TUTTE LE DATE E GLI ORARI DELLE PARTITE DEL SEI NAZIONI 2012


QUI LE SCHEDE DI TUTTI I GIOCATORI DELL'ITALIA


SONDAGGIO: CHI VINCERA' IL SEI NAZIONI 2012?

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO