Pro 12: Treviso si vendica col bonus

La dodicesima giornata della lega celtica vede la Benetton Treviso battere nettamente gli Aironi nel derby di ritorno di San Silvestro. Successo con bonus per i veneti, mentre la volontà dei lombardo-emiliani non basta.

pro12_2012_treviso-aironi_post.jpg
Un Treviso che non commette più gli errori visti una settimana fa e che domina con la mischia batte gli Aironi che giocano a viso aperto, ma rispetto a otto giorni fa pagano la netta superiorità dei padroni di casa e alcuni errori difensivi che - soprattutto nel primo tempo - puniscono oltremodo gli ospiti.

Inizia come una settimana prima il match di Monigo. Treviso nervoso, indisciplinato e dopo 4' la prima occasione è per Luciano Orquera, che dopo il 9 su 9 dello Zaffanella prende il palo questa volta e salva i padroni di casa. Sono dei begli Aironi in questi primi minuti e il XV di Phillips torna subito dopo nei 22 trevigiani e un fuorigioco veneto rimanda l'apertura di Viadana sulla piazzola. Non sbaglia questa volta e Aironi in vantaggio dopo 7' meritatamente a Monigo. Treviso è molto agitato in campo, ragiona poco, mentre gli Aironi sembrano più consci del loro potenziale nei primi dieci minuti del match. Forse anche troppa la confidenza degli ospiti che provano a ripartire alla mano e commettono fallo nei loro 22 metri, concedendo la palla del pareggio a Burton. Gli errori - e le buone difese - da entrambe le parti scandiscono il risultato, con un tenuto questa volta dei biancoverdi e subito gli Aironi tornano avanti. Una difesa che questa volta non rotola via permette un paio di minuti dopo a Burton di tornare in pareggio, con i falli continui a rendere spezzettato il gioco in campo. Dopo diciassette minuti si vede finalmente un'azione prolungata ed efficace e sono i trevigiani ad andare in meta dopo un errore difensivo di Tebaldi con Botes, migliore dei suoi nel primo quarto di gioco.


Treviso sembra sciogliersi un po' con il vantaggio, mentre gli Aironi giocano bene le touche, ma iniziano a soffrire la pressione dei padroni di casa. Non è perfetta la difesa degli ospiti e Treviso alza in questi minuti il baricentro della partita. I padroni di casa dominano la mischia, impedendo agli Aironi di costruire e, anzi, gli ospiti perdono il possesso dell'ovale nei loro 22, soffrendo e correndo il rischio del primo break della partita. Una folata di Brendan Williams spaventa gli Aironi e manda Treviso in touche sui 5 metri offensivi, errore Aironi e nuova meta, questa volta di Zanni che permette ai padroni di casa di allungare. La risposta degli ospiti arriva immediatamente e due falli di Treviso permettono a Orquera poco dopo la mezz'ora di riavvicinare i suoi dalla piazzola. Al 34' l'indisciplina costa un giallo a Treviso ed è Tommaso Benvenuti a uscire dal campo per dieci minuti. Gli Aironi però non riescono a sfruttare la superiorità e un Tito Tebaldi non ottimo permette a Treviso di avanzare sul terreno di gioco, tenendo gli avversari lontani dalla zona rossa del campo. Al 38' la mischia trevigiana obbliga i lombardo-emiliani al fallo e Burton ha l'occasione di riallungare facendo anche passare il tempo. L'ultima occasione dei primi 40' è degli Aironi, ma un avanti ferma gli ospiti che così vanno negli spogliatoi sotto per 23-9. Primo tempo equilibrato, con un Treviso troppo indisciplinato, ma che sfrutta i buchi difensivi degli Aironi per scavare un break importante, mentre gli ospiti possono recriminare per gli errori commessi e per non aver saputo creare vere occasioni, lasciando il pallino agli avversari.


La ripresa inizia con Treviso che fa male ancora una volta in mischia e nonostante l'inferiorità numerica supera i primi minuti senza subire danni. Una bellissima azione di Treviso, che parte con un'ottima touche e poi con un buco netto in mezzo al campo si chiude con un placcaggio alto di Favaro e un accenno di rissa e la Benetton che ha una mischia pericolosissima a favore sui 5 metri avversari. Resiste bene la mischia ospite questa volta, ma dalla ripartenza arriva la terza meta dei padroni di casa con Sbaraglini che chiude virtualmente il match al 53' e avvicina il Treviso al bonus. Il nervosismo si fa sentire e poco dopo la terza meta arriva il cartellino giallo ad Andrea Masi che colpisce con un pugno Williams, dopo un placcaggio senza palla di Burton non visto dagli arbitri. Questa fase del match si caratterizza per le continue risse e da un nervosismo che cresce sempre più. Il terzo quarto si chiude sotto la pressione di Treviso che vuole il punto di bonus, mentre gli Aironi soffrono sempre di più in tutte le zone del campo.


E il bonus arriva emblematicamente con una meta tecnica che lancia Treviso sul 37-9. Arriva la girandola dei cambi e i padroni di casa rallentano il ritmo alla fine di un'ora giocata a grandissimo livello, dove gli Aironi non sono riusciti a opporre resistenza e dove la differenza è stata netta. Il finale vede un cartellino giallo, il terzo del match e il quinto nei due derby, questa volta per Luke McLean, mentre a tempo praticamente scaduto arriva la meta di Gabriel Pizarro che fissa il risultato sul 37-14 che premia Treviso.


Veneti che così risalgono la classifica dopo il passo falso di Viadana e Aironi che tornano a casa con alcune sicurezze in meno, soprattutto per quel che riguarda la mischia e la concentrazione difensiva, costata carissimo nel primo tempo, dove la superiorità dei padroni di casa non era così netta come nei secondi 40 minuti.

Benetton Treviso-Aironi 37-14

Sabato 31 dicembre, ore 15.00 - Stadio Monigo, Treviso
Treviso: 15 Luke McLean 14 Ludovico Nitoglia (63' Edoardo Gori) 13 Tommaso Benvenuti 12 Alberto Sgarbi 11 Brendan Williams 10 Kristopher Burton (74' Alberto Di Bernardo) 9 Tobias Botes 8 Robert Barbieri (8' Manoa Vosawai 10' Robert Barbieri 63' Manoa Vosawai) 7 Alessandro Zanni 6 Gonzalo Padrò 5 Corniel Van Zyl (63' Valerio Bernabò) 4 Antonio Pavanello (74' Simon Picone ) 3 Lorenzo Cittadini (63' Pedro Di Santo) 2 Franco Sbaraglini (63' Diego Vidal) 1 Michele Rizzo (63' Ignacio Fernandez Rouyet)
Aironi: 15 Andrea Masi (66' Alberto Benettin); 14 Sinoti Sinoti, 13 Roberto Quartaroli, 12 Gabriel Pizarro, 11 Giovanbattista Venditti; 10 Luciano Orquera (63' Naas Olivier), 9 Tito Tebaldi (68' Giorgio Bronzini); 8 Josh Sole, 7 Simone Favaro (56' Mauro Bergamasco), 6 Nicola Cattina (78' Filippo Ferrarini); 5 Marco Bortolami, 4 Quintin  Geldenhuys; 3 Fabio Staibano (41' Luca Redolfini), 2 Roberto Santamaria (45' Tommaso D'Apice), 1 Alberto De Marchi (78' Andrea De Marchi).
Arbitro: Penné
Marcatori: 8' cp. Orquera, 11' cp. Burton, 12' cp. Orquera, 15' cp. Burton, 19' m. Botes tr. Burton, 28' m. Zanni tr. Burton, 32' cp. Orquera, 39' cp. Burton, 53' m. Sbaraglini tr. Burton, 62' m.t. Treviso tr. Burton, 80' m. Pizarro
Cartellini gialli: 34' Benvenuti, 56' Masi, 72' McLean  


  • shares
  • Mail
186 commenti Aggiorna
Ordina: