Affari italiani: arbitri, un problema da risolvere

Un errore macroscopico da parte dell'arbitro - e del quarto uomo - ha falsato il derby tra Crociati e Reggio. Ma non è il primo e non sarà l'ultimo. Perché in Italia manca una scuola arbitrale di livello. Ne parlo sull'ultimo numero de La Meta.

questione_arbitri.jpg
Sul numero de La Meta in edicola da oggi parlo di arbitri. Partendo dall'affaire Crociati-Reggio, con il risultato del derby dell'Enza non omologato, ho fatto il punto su una questione spesso trascurata, ma importante. Il livello della classe arbitrale italiana (foto Elena Barbini) e la mancanza di un progetto di sviluppo per avere dei fischietti di livello internazionale. Qui sotto alcuni estratti del mio articolo.

L'ultimo episodio, il più grave, è avvenuto nell'ultimo derby emiliano tra Reggio e Crociati. [...] Un pasticcio, quello di Parma, che non è però una mosca bianca nel panorama italiano del rugby. [...] Da un lato, lo sappiamo, la voglia di polemica è insita in noi italiani e il cercare giustificazioni per un fallimento o una sconfitta sono nel nostro dna. E nello sport il miglior capro espiatorio è sempre l'arbitro. Ma quello che sta avvenendo nel rugby non si può semplicemente catalogare come un malcostume e andare oltre. Perché, al di là delle polemiche create ad hoc, una questione arbitri esiste davvero. [...]


Perché? I motivi sono, principalmente, due. Da un lato, certamente, l'evoluzione del rugby ha creato a livello globale una maggior difficoltà per gli arbitri. [...] Ma questa non può essere una giustificazione.


In Italia, infatti, manca proprio una cultura dell'educazione arbitrale e la volontà di creare una scuola arbitrale. [...] Mancano, infatti, le basi e sono pochissimi gli arbitri che si possano definire di livello. Mancano i corsi d'aggiornamento, manca la volontà di far crescere - insieme al tanto sbandierato alto livello - anche la classe arbitrale. Si pretende che i coach d'Eccellenza giochino un rugby moderno, ma poi si mandano fischietti che questo gioco lo uccidono. [...]


E' il momento che la Federazione capisca l'importanza non solo dell'alto livello, delle Accademie, ma anche di due scuole ovali che da noi sono completamente assenti: quelle dei tecnici e quelle degli arbitri.


SONDAGGIO: VOTATE IL MIGLIOR AZZURRO DEL 2011!


  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: