Affari italiani: Crociati, Villani parla di futuro e progetti

Mentre i Crociati di Parma navigano tra debiti e una situazione societaria tutt'altro che chiara, ecco che il presidente Villani parla di futuro, di progetti, di Cittadelle, ma dimentica di parlare di soldi.

comunicato_villani.jpg
Poche ore fa vi ho raccontato le disavventure dei Crociati Noceto, ops Parma. A stretto giro di posta, anche se ovviamente indipendente dal mio intervento, è arrivato un comunicato stampa della società emiliana a firma del presidente Luigi Giuseppe Villani. Parole, tante, ma non una riga sui problemi e sulle richieste dei giocatori.

Sarebbe bello capire cosa intenda fare veramente il signor Villani riguardo allo sfascio cui è avviata la società. Ecco, comunque, il comunicato dei Crociati.


"A metà del secondo anno di vita dei Crociati Rugby FC e a pochi mesi dall'avvio del "Progetto Parma" sento il dovere di fare alcune brevi considerazioni.


Prima di tutto, un sincero ringraziamento alle società Rugby Parma e Rugby Noceto che proprio in questi giorni hanno acconsentito e sancito una nuova e diversa ripartizione del pacchetto azionario dei Crociati Rugby FC acconsentendo di fatto l'avvio di una nuova fase che darà la possibilità a tutti gli appassionati di rugby di Parma e provincia di condividere ed essere parte attiva "del" e "nel" progetto.


Si tratta di un percorso sche ci sentiamo di dover percorrere fino in fondo: i Crociati, infatti, senza indugi né ansie, lo hanno fatto sin dal primo momento, valorizzare cioè i giovani e vivai del territorio e non solo perchè il Ducato è una delle realtà più importanti a livello nazionale per numero di praticanti e per risultati sportivi ma e sopratutto perchè, condividendo i dettami federali, pensiamo che questo sia necessariamente anche il futuro di questa disciplina a livello nazionale.


Altra considerazione tutt'altro che secondaria, il territorio: i Crociati Rugby FC sono nati con la volontà e l'obiettivo di rappresentare non soltanto una città ma una provincia intera e in questo senso Moletolo e il suo "XXV Aprile" oggi - la "Cittadella del rugby" domani - deve diventare la casa di tutta la pallaovale parmense, senza se e senza ma affinchè il nostro rugby torni ai livelli che merita e ai fasti del passato.


Giovani e territorio, futuro di questo sport e identità: sono idee che riteniamo, al di là delle difficoltà del momento, debbano essere i principi guida in grado di ispirare questo disegno tanto ambizioso che ci siamo prefissi e che siamo certi in molti condividano.


Mio impegno sarà, alla luce delle attuali nuove condizioni e operatività, promuovere quanto prima una serie di azioni con lo scopo raccogliere il più ampio contributo e sostegno da parte di tutti confidando nella piena disponibilità ed appoggio da parte di Rugby Parma, Amatori Rugby Parma, Rugby Noceto, Rugby Colorno e Stendhal auspicando altresì che le strutture federali presenti sul territorio costituiscano un motivo di ulteriore e puntuale riferimento per la riuscita del progetto.


Luigi Giuseppe Villani
Presidente Crociati Rugby FC"


SONDAGGIO: VOTATE IL MIGLIOR AZZURRO DEL 2011!


  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: