Heineken Cup: Inghilterra quasi fuori dall'Europa

Mentre il primo ministro britannico volta le spalle al Vecchio Continente e, de facto, abbandona l'Europa, i club inglesi di Heineken Cup vivono una debacle totale e rischiano di dire addio ai sogni di gloria.

heineken_2012_3_post.jpg
Questa volta non c'entra nulla David Cameron e il governo inglese poco può farci, ma l'Inghilterra è veramente a un passo dal dire addio all'Europa. Quella ovale e quella che conta. Le sconfitte di Northampton, Leicester, Harlequins, Bath e l'inutile vittoria di Gloucester sono lo specchio della crisi attuale del rugby di Sua Maestà.

Dominio celtico nel girone 1, dove la sconfitta dei Saints a Castres fa rumore e vede Northampton dire addio ai sogni di gloria europei. Volano Munster e Scarlets e i quarti di finale sono una questione tutta loro.


Cambiano le squadre, non cambia il campionato nella pool 2. Parliamo ancora di Pro 12 e, questa volta, è Cardiff a volare in testa grazie al successo sull'Edimburgo, con gli scozzesi che mantengono comunque la seconda piazza, tallonati dai London Irish che nell'altra sfida eliminano virtualmente il Racing Métro di Pierre Berbizier.


Leinster vince e mantiene la vetta nel gruppo 3, dove i celtici si confermano implacabili con la vittoria anche di Glasgow che così sale in seconda piazza. Ormai a un passo dall'eliminazione Bath, mentre Montpellier è fuori.


Equilibrio assoluto, invece, nel gruppo 4, dove tranne gli Aironi (unica squadra a quota zero in tutto il torneo!) tutte le formazioni sono ancora in corsa per i playoff. Cadono i Tigers in Francia e lanciano il Clermont in vetta alla classifica al termine di un match nel quale è stato protagonista l'arbitro Rolland. Come ai mondiali sono i cartellini il motivo del contendere, anche se questa volta il colore era giallo. Rolland, infatti, ha espulso temporaneamente sia Tuilagi sia Chuter dei Tigers, lasciando il Leicester in 13 per dieci minuti. Ma, al di là delle polemiche, la classifica racconta come il XV di Gonzalo Canale, l'Ulster e le Tigri di Castrogiovanni siano racchiuse in due soli punti.


Equilibrio ed emozioni anche nella pool 5. I Saracens salvano l'onore inglese, battono gli Ospreys e volano solitari in vetta. Ma alle loro spalle sia i gallesi sia il Biarritz sia Treviso sono ancora in piena battaglia per un posto ai quarti di finale.


Niente sirene celtiche - finalmente - nel gruppo 6, dove il Connacht chiude mestamente all'ultimo posto un girone in cui comandano i francesi del Tolosa. La vittoria in casa degli Harlequins regala metà accesso ai playoff alla squadra di Noves, mentre i londinesi sono quasi fuori, così come il Gloucester.


Heineken Cup - Terzo turno
Ulster 31 - 10 Aironi
Cardiff Blues 25 - 8 Edimburgo
Harlequins 10 - 21 Tolosa
Connacht 10 - 14 Gloucester
Benetton Treviso 30 - 26 Biarritz
Castres 41 - 22 Northampton Saints
Scarlets 14 - 17 Munster
Racing Métro 92 14 - 34 London Irish
Saracens 31 - 26 Ospreys
Bath 13 - 18 Leinster
Glasgow Warriors 20 - 15 Montpellier
Clermont 30 - 12 Leicester Tigers


Heineken Cup - Classifiche
Girone 1: Munster 12; Scarlets 10; Castres 6; Northampton 3
Girone 2: Cardiff 12; Edimburgo 9, London Irish 7; Racing Métro 3
Girone 3: Leinster 11; Glasgow 8; Bath 6; Montpellier 4
Girone 4: Clermont 10; Ulster 9; Leicester 8; Aironi 0
Girone 5: Saracens 10; Ospreys, Biarritz 7; Treviso 6
Girone 6: Tolosa 12; Harlequins 8; Gloucester 5; Connacht 1 


SONDAGGIO: VOTATE IL MIGLIOR AZZURRO DEL 2011!


  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: