Mondiali rugby 2023: si candidano gli Stati Uniti

Mancano ancora 12 anni, ma si parla già di Rugby World Cup 2023. E gli Stati Uniti sono tra i favoriti per poter ospitare il più importante evento ovale al mondo.

usa_2023.jpg
Ci hanno preso gusto. Dopo aver assaporato il sapore iridato e il gusto dolce di una vittoria in Nuova Zelanda, gli Stati Uniti vogliono portare la Rugby World Cup a casa loro. La Federazione americana, infatti, ha lanciato la propria candidatura per ospitare l'edizione 2023.

Da quel che dice il chief executive della Federazione a Stelle e Strisce l'idea non sarebbe neppure arrivata da loro, ma da "qualcuno" che lo ha proposto in Nuova Zelanda. Qualche papavero dell'Irb, probabilmente, ha iniziato a sondare il terreno per capire se gli USA sarebbero disponibili a ospitare l'edizione 2023 della Rugby World Cup.


Un'idea che, ovviamente, guarda al grandissimo mercato americano, strizza l'occhio al marketing e punta a una delle realtà dove il rugby è più in evoluzione. Certo, calcolando che l'edizione del 2019 sarà in Giappone appare strano che l'Europa si privi del Mondiale per ben due volte di fila. Forse l'ipotesi 2023 è l'apripista per una vera candidatura nel 2027?


SONDAGGIO: VOTATE IL MIGLIOR AZZURRO DEL 2011!


  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: