Arbitri: Lawrence e quella paura di andare in Sud Africa

Bryce+Lawrence+South+Africa.jpgChe si tratti di paranoia o di realtà, in ogni caso è una brutta pagina per il rugby mondiale. Bryce Lawrence, arbitro neozelandese, ha annunciato che non andrà ad arbitrare mai più in Sud Africa per paura di subire ritorsioni violente. Il tutto dopo il suo contestato arbitraggio del quarto di finale mondiale tra Sud Africa e Australia.

Durante l'ultima Rugby World Cup, infatti, l'arbitro è stato pesantemente criticato per le sue scelte nella sfida che ha visto l'Australia eliminare i campioni del mondo in carica del Sud Africa. Polemiche sfociate in petizioni su Facebook per impedire a Lawrence di arbitrare, polemiche che - già... - hanno coinvolto anche la versione sudafricana di Playboy e che ha spinto il capitano degli Springboks, John Smit, a dichiarare: "L'unica nota positiva del mio ritiro è che non verrò mai più arbitrato da lui". Insomma, in Sud Africa è difficile trovare qualcuno che non odii Bryce Lawrence.
Lawrence ha ammesso che la sua prestazione "non è stata delle migliori" durante il quarto di finale mondiale, ma crede che tutto si debba fermare lì. "Onestamente non credo proprio che andrò in Sud Africa se vi sono minacce o se tempo per la mia sicurezza. Anche perché, alla fine, si tratta solo di un lavoro ed è anche solo uno sport. Non vale la pena rischiare la vita per nulla". Paranoia o realtà? Di sicuro, come dice Lawrence, troppo per quello che è, e dovrebbe restare, uno sport.



SONDAGGIO: VOTATE IL MIGLIOR AZZURRO DEL 2011!


Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO