Inghilterra - Gli scontri di Londra non fermano il rugby

london_riots.jpg L'Inghilterra nelle ultime 72 ore è messa a ferro e fuoco da gruppi di teppisti che, da Londra a Tottenham, stanno bruciando, saccheggiando e distruggendo tutto ciò che trovano. I riots hanno mandato Londra nel caos, ma il rugby non si ferma. La Rfu, sulla sua pagina di Twitter, ha infatti confermato l'allenamento a porte aperte per oggi a Twickenham.

Posizionato fuori dal centro città, infatti, lo stadio di Twickenham non è stato coinvolto negli scontri tra la polizia e i criminali che da tre giorni hanno messo l'Inghilterra nel caos. La Federazione inglese, quindi, si è premurata di twittare un messaggio in cui si conferma che "Per coloro che hanno chiesto notizie, confermiamo che la sessione aperta degli allenamenti ci sarà oggi a Twickenham". Quindi, se qualcuno è a Londra e vuole allontanarsi dalle zone calde della città, l'appuntamento è per le 14, ora locale, con Wilko e compagni.


Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO