Affari italiani - Sulla stampa inglese Dondi minaccia: "Potrebbero cambiare le franchigie"

dondi_minaccia_franchigie.jpg Sbarca oltre confine la polemica che vede la Federazione Italiana Rugby da un lato e Treviso e Aironi dall'altra. Lo scontro sugli stranieri, infatti, viene riportato anche dai siti d'informazione estera, conditi da un'intervista al presidente Dondi che non getta certo acqua sul fuoco. "Abbiamo dato indicazioni precise alle franchigie e ci aspettiamo che le seguano. Altrimenti la Fir dovrà pensare a soluzioni alternative dal 2012".

Insomma, un aut-aut in piena quello che Giancarlo Dondi affida al sito Scrum.com e un ulteriore passo avanti nello scontro tra Federazione e franchigie. La questione è sempre quella degli stranieri schierabili in campo l'anno prossimo (cinque) e i ruoli in cui possono giocare. Paletti posti dalla Federazione nelle scorse settimane che non sono piaciuti a Treviso e Aironi. Che hanno protestato diverse volte negli ultimi giorni, sia ufficialmente sia sulla stampa italiana. 
Fino a ora il presidente Dondi aveva risposto diplomaticamente, ma ora le cose sono cambiate. "Non capisco proprio le polemiche. La gente sta dimenticando perché abbiamo deciso di entrare nell'era del professionismo e nella Magners League. Per raggiungere un livello di professionalità tale da permettere ai giocatori della nazionale di crescere e di abituarsi al livello internazionale" le parole di Dondi che, poi, affonda il colpo. "Abbiamo dato ad Aironi e Treviso le nostre indicazioni e ci aspettiamo che le usino per l'interesse generale del rugby italiano. Sono sicuro che inizieranno a collaborare, ma non dovessero farlo la Federazione Italiana Rugby deve pensare a soluzioni alternative per il 2012-2013".
Si attendono ora le reazioni di Aironi e Treviso. E non saranno diplomatiche. 


Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO