Galles - Trenta energumeni assieme? Rissa o rugby... questa volta rissa

bradley_davies.jpgUna megarissa che ha coinvolto trenta persone è balzata all'onore delle cronache gallesi perché ha coinvolto anche Bradley Davies, nazionale e giocatore dei Cardiff Blues. Secondo le prime notizie la rissa, avvenuta in un pub gallese, il The Deck pub in Saundersfoot nella contea di Pembrokeshire, avrebbe portato all'arresto di due persone, tra le quali proprio il giocatore della Celtic League.

22 caps guadagnati dal 2009, anno del suo esordio, e un punto fisso del XV di Warren Gatland nell'ultimo Sei Nazioni, Bradley Davies ora mette in serio pericolo la sua partecipazione alla prossima Coppa del Mondo. Una rissa con volo di pinte e bottiglie che ha coinvolto ben una trentina di persone, ma soprattutto due uomini che avrebbero agito con particolare violenza provocando il parapiglia. E, a quanto pare, uno dei due è proprio Davies.


E restando in tema di colpi di testa fuori dal campo, ecco che la RFU, la Federazione inglese, ha emesso un "warning" per Ben Foden. Il giocatore dei Northampton Saints, coinvolto in un non meglio precisato "danno criminale" durante una notte di festeggiamenti, si è presentato di fronte ai dirigenti federale. Scuse d'obbligo, mea culpa, giustificazioni accettate, un po' di beneficenza che non fa mai male e l'avvertimento che ulteriori bravate potrebbero costare al giocatore il posto in nazionale e i mondiali.


  • shares
  • Mail
57 commenti Aggiorna
Ordina: