Affari italiani - Presto l'incontro Dondi-Mallett: ecco le opzioni

mallett_dondi_aprile.jpg Si incontreranno a fine aprile, quando il tecnico azzurro tornerà dalla minitourneé con i Barbarians. Un incontro per dirsi addio dicono i rumors più accreditati. Gli sfoghi novembrini di Nick Mallett, infatti, non sono andati giù al presidente Giancarlo Dondi, il quale aveva deciso di scaricare il coach fin da subito e senza guardare tanto ai risultati del Sei Nazioni e dei prossimi Mondiali.

Anche nell'ultimo Consiglio Federale sarebbe stato deciso di mettere fine al rapporto con il controverso allenatore. Un tecnico sicuramente di valore, un allenatore che ha saputo lavorare sulla squadra da un punto di vista mentale, difensivo, ma che non ha saputo far fare quel salto che in Fir ci si aspettava. A Mallett vengono contestate non solo alcune scelte passate - ormai finalmente archiviate -, ma soprattutto un atteggiamento di sufficienza tra il 2009 e il 2010 e un rapporto non sempre facile con la dirigenza e con la stampa. Insomma, una strafottenza cui non hanno corrisposto i risultati sperati e che costano al tecnico la panchina.
Secondo i ben informati l'addio arriverà immediatamente conclusa l'avventura iridata, con Jacques Brunel che anche da Barcellona ha confermato i contatti con l'Italrugby. Ma siamo sicuri che sarà così? Perché all'orizzonte vi potrebbe essere un'altra soluzione, più difficile da mettere in pratica, ma non per questo esclusa a priori. Giancarlo Dondi, infatti, potrebbe proporre al coach sudafricano di fare da "traghettatore", evitando al nuovo tecnico di trovarsi nella scomoda situazione di dover prendere in mano l'Italia subito prima del Sei Nazioni. A Mallett verrebbe proposto un rinnovo per sei mesi, che coprirebbe il Sei Nazioni 2012, mentre il nuovo coach (ma a quel punto siamo sicuri che Brunel aspetterebbe?) prenderebbe in mano la squadra nella primavera, avendo davanti a sé un tour non impossibile tra Argentina, USA e Canada. La situazione migliore per imparare a conoscere la squadra, iniziare a sperimentare i nuovi innesti e preparare con calma e raziocinio l'appuntamento con il Sei Nazioni 2013. Un'idea non peregrina, ma che dovrà venir accettata da Mallett. Lo farà? O sarà veramente addio a ottobre?


  • shares
  • Mail
39 commenti Aggiorna
Ordina: