Heineken Cup - Perpignan, a Barcellona è lei a trionfare

perp-tolone_post.jpg La prima volta a Barcellona regala agli oltre 50.000 appassionati giunti in Catalogna uno spettacolo fatto di mischie, equilibrio, errori, ma soprattutto della capacità di Perpignan a tirar fuori il meglio nei momenti difficili. Due inferiorità numeriche, sempre a rincorrere, i catalani non cedono mai e si portano avanti quando conta, cioé nel finale del match. Vince, così, Perpignan per 29-25 contro Tolone e volano in semifinale.

Parte subito bene il Tolone che dopo una manciata di minuti passa avanti con il piede di Wilkinson. Non bastasse al 9' Vilaceca si fa cacciare per dieci minuti per una testata in ruck e la partita sembra mettersi bene per gli ospiti. Ma Perpignan resiste, non subisce punti e, anzi, impatta in inferiorità, mostrando fin da subito di saper essere cinica quando conta. Un errore al piede di Laharrague, però, permette a Tolone di marcare la prima meta poco prima dello scadere, con gli ospiti che vanno all'intervallo sull'11-6, sfruttando il secondo giallo subito dai padroni di casa al 33'.
A inizio ripresa Porical riporta a -2 il Perpignan, ma bisogna aspettare il 51' quando Plante marca la prima meta dei padroni di casa che significa vantaggio. Ma una distrazione difensiva, due minuti dopo, permette a van Niekerk di andare in meta e riportare avanti Tolone. Potrebbe essere il colpo del ko, ma prima è Porical, dopo diversi errori, a centrare due piazzati e riportare avanti Perpignan, poi a pochi minuti dalla fine il colpo del ko lo dà Freshwater al 73' con la meta del break che chiude i conti, nulla serve l'ultima meta di Tolone, e il pilone neozelandese manda Perpignan in semifinale. 


  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: