Rugby&Olimpiadi - I British&Irish Lions a Rio non sono utopia

british&irish_lions_2016.jpg Sono uno dei team più affascinanti al mondo e una leggenda della palla ovale. I British&Irish Lions, la squadra a inviti che rappresenta le tre Union britanniche e l'Irlanda, potrebbero essere la soluzione per vedere i campioni britannici a Rio 2016. E l'Irb non sembra avere nulla in contrario.

I Giochi Olimpici, infatti, prevedono la partecipazione della Gran Bretagna in tutte le discipline sportive e non delle singole nazionali inglese, gallese, scozzese e nordirlandese. Una scelta, quella del Cio, che ha da sempre reso impossibile la presenza british in alcune discipline, a partire dal calcio. E mentre si sta ancora discutendo sulla possibilità di avere un'unica squadra "tonda" a Londra 2012, sembra che la strada per il rugby sia molto più in discesa.
A confermarlo è il chief executive dell'Irb, Mike Miller. "Noi (a differenza del calcio, ndr.) abbiamo già un esempio che sono i British and Irish Lions. Abbiamo detto alle Federazioni coinvolte che dev'essere una loro decisione, ma nel momento in cui ci faranno una proposta credibile saremo felici di appoggiarla - le parole di Miller -. Speriamo che arrivi una proposta entro fine anno, visto che le Union stanno lavorando bene assieme". Un'unica squadra a rappresentare le quattro Federazioni, quindi, con due ipotesi al vaglio: usare il metodo Cencelli e convocare in egual numero giocatori inglesi, scozzesi, gallesi e irlandesi, o puntare sui migliori giocatori e basta.


  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: