Rugbymercato - Clamoroso: Brad Thorn l'anno prossimo a Treviso!

thorn_treviso2.jpg L'incontro è avvenuto lunedì a Malpensa in un albergo vicino all'aeroporto, lontano da sguardi indiscreti. Almeno così credeva Vittorio Munari, dg della Benetton Treviso, che nell'aeroporto milanese ha incontrato Brad Thorn, trentacinquenne seconda linea degli All Blacks di passaggio dopo la sfida di Twickenham dei sui Crusaders. Il motivo dell'incontro? Un contratto per portare il campione neozelandese in Celtic League.


Foto per gentile concessione di Marco Turchetto - RugbytoItaly.com

Un incontro segreto, ma come tutti i segreti difficile da tenere tale. I rumors mi sono inizialmente giunti grazie ad alcuni amici neozelandesi, che su Facebook mi hanno raccontato dell'arrivo in ritardo di Thorn in Patria rispetto ai compagni di squadra e delle voci in Nuova Zelanda su un futuro europeo per la seconda linea. I Crusaders, infatti, domenica scorsa hanno giocato a Twickenham, Londra, e poi sono tornati a casa. Non Thorn, 49 caps per lui con gli All Blacks, che ha fatto tappa a Milano. Un paio di tifosi Crusaders hanno iniziato a commentare sullo sbarco italiano di un All Black e, alla fine, hanno ammesso che i rumors interni allo spogliatoio parlano di Thorn a Treviso. Una voce che, da quel che mi dicono, alcuni giornali locali hanno ripreso.


Con Brad Thorn a Milano è arrivato Jonathan Cod (sono a loro nome i due biglietti di un volo Londra-Milano di lunedì mattina, come ho saputo poco fa), un avvocato che lavora per un procuratore neozelandese che segue diversi giocatori nel giro della nazionale neozelandese. E un vecchio conoscente di Vittorio Munari, come mi ha confermato un collega trevigiano. Munari, inoltre, dopo la diretta su Sky della partita di Twickenham (fatta nella sede milanese dell'emittente), non sarebbe tornato subito a casa, ma si sarebbe fermato un giorno in più nel capoluogo lombardo. Una scelta diversa dalle sue abitudini, proprio per aspettare Thorn. Da Treviso, ovviamente, sono arrivate smentite quando ho chiesto informazioni, ma i soliti ben informati mi hanno parlato di una proposta per un contratto di due anni per Thorn e addirittura di visite mediche già fatte.
Insomma, dopo Dan Carter, Steven Sykes e Matt Berquist un altro protagonista della sfida di Twickenham potrebbe sbarcare in Europa. E questa volta in Italia.


  • shares
  • Mail
61 commenti Aggiorna
Ordina: