Caso Dahlia - Chiusano esterrefatto dalle parole di Telecom

gianni_stella.jpg Un mercanteggiare sulla pelle dei lavoratori e degli abbonati di Dahlia. Anche se cerca di usare toni moderati è questo il succo del pensiero di Filippo Chiusano rispetto alla posizione di Telecom espressa ieri dall'ad di TI Media (Gianni Stella, nella foto), che aveva giudicato remota la possibilità di un accordo e aveva parlato di beneficenza. Dopo che l'accordo era ormai dato per certo.

"Per quanto nutro personale simpatia verso Gianni Stella sono esterrefatto dalle dichiarazioni rilasciate ieri - dichiara il numero uno di Made/Filmmaster -. Trovo quanto affermato un balletto negoziale poco rispettoso nei confronti di tutte le parti che si sono attivate per salvare il destino dei lavoratori di Dahlia-Made e degli abbonati alla piattaforma. Non abbiamo chiesto a TI Media di fornirci una consulenza sul calcolo delle probabilità, ma di confermare se è disposta o meno a fornire la banda alle condizioni che le sono state prospettate. Tale disponibilità ci era stata formalmente prospettata ed è stata verbalizzata dallo stesso dottor Stella nel corso dell'ultima assemblea di Dahlia tenutasi il 22 febbraio".
Per Chiusano la speranza resta viva, anche se sembra sempre più evidente che pressioni e giochi nell'ombra rendono la salvezza di Dahlia sempre più dura.


  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: