Caso Dahlia - Telecom tentenna, trattativa di nuovo in alto mare

Immagine di anteprima per Immagine di anteprima per dahlia_novita_23_febbraio.jpgSembrava che l'accordo fosse a un passo, ma il cda di Telecom ha cambiato idea all'ultimo e ora il salvataggio di Dahlia torna in alto mare. "Ritengo poco probabile che si riesca a chiudere in modo positivo questa trattativa - ha dichiarato Giovanni Stella, l'amministratore delegato di Ti Media al termine del consiglio d'amministrazione -. Non ci sono le condizioni per l'operazione. Per adesso non ho chiuso la banda a Dahlia per non generare gravi danni a Ti Media, ma presumibilmente succederà entro fine mese".

"Sono in corso delle negoziazioni  -  ha proseguito l'ad -, ci hanno chiesto di fornire la banda e noi ci siamo detti disponibili a un prezzo che sia incentivante come lo è per altri canali e abbiamo chiesto che questa banda sia garantita da una fidejussione bancaria. Ti Media fa tutto quello che è nelle sue possibilità ma non posso essere un istituto di beneficenza". Insomma, le speranze che la proposta di Chiusano trovi una sponda dal fronte Telecom Italia Media sembrano ridotte al lumicino e lo stesso Stella ha dichiarato che un accordo è una possibilità "remota".
In dubbio, quindi, la trasmissione della Celtic League questo fine settimana, ma ancora più preoccupanti gli scenari futuri. Con il Board che si è impuntato nella volontà di scegliere lui il partner e di non cedere sul fronte economico e con le opzioni italiane ben misere al momento, la possibilità che Aironi e Treviso vengano oscurati fino a fine stagione è sempre più alta. Con danni d'immagine, economici, di sponsorship e di visibilità che sono evidenti. Ma non a tutti, pare di capire.


  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: