Sei Nazioni 2011 - Benvenuti: "Dopo Londra vogliamo riscattarci"

tommy_benvenuti_galles.jpg Mancano poco più di tre giorni al terzo appuntamento azzurro nell'RBS Sei Nazioni 2011. Allo stadio Flaminio arriverà il Galles di Warren Gatland e l'Italia è alla disperata ricerca del primo successo nel torneo. Dopo la sconfitta di misura con l'Irlanda e la bruciante debacle con l'Inghilterra, ora gli azzurri vogliono il riscatto. Come dicono Carlo Festuccia e Tommaso Benvenuti.

Per Carlo Festuccia il Galles è sempre un avversario particolare: fu contro i Dragoni che nel 2003 il tallonatore abruzzese del Racing-Metro fece il proprio esordio in Nazionale, mettendo a segno una meta decisiva per la prima vittoria di sempre, 30-22, sulla squadra in maglia rossa.
Sabato, contro il XV di Warren Gatland reduce dal successo esterno sulla Scozia, il numero due del Racing-Metro Paris potrebbe conquistare, in caso di utilizzo, la sua cinquantesima presenza in Nazionale. Oggi il tallonatore aquilano, insieme al giovane trequarti Tommaso Benvenuti, è stato protagonista dell'incontro stampa quotidiano presso il raduno della Borghesiana: "Dopo le touche perse contro l'Inghilterra ho letto sulla stampa tante critiche ai tallonatori, ma non si può dare la colpa solo a chi lancia - ha esordito Festuccia - perché la touche è un insieme di tanti elementi che purtroppo a Londra non hanno funzionato al meglio. Adesso stiamo lavorando per ritrovare le nostre basi in rimessa laterale e non ripetere gli stessi errori".
"A Londra - ha detto il ventinovenne atleta del Racing - abbiamo fatto oltre duecento placcaggi, è un numero importante ma è anche la conseguenza inevitabile dei tanti possessi perduti. Di sicuro la difesa è stata presente, ma abbiamo subito otto mete e anche qui dobbiamo lavorare, anche se tutto parte dalla necessità di aumentare il nostro possesso. Del Galles non parlo, pensiamo solo a lavorare per migliorare la prestazione rispetto alla scorsa settimana".
"Di sicuro il Galles proverà a colpirci come ha fatto l'Inghilterra - ha detto Benvenuti, ancora in attesa di fare il proprio esordio nel Torneo dopo i tre caps collezionati in novembre - muovendo la palla, a mettere ritmo. Per noi sarà una partita importante, questo gruppo ha voglia di dimostrare il proprio valore, soprattutto dopo la sconfitta di due settimane fa. Non c'è dubbio che il nostro valore non sia quello della trasferta inglese, lì abbiamo trovato una grande squadra che ha anche approfittato di tanti nostri errori. E' stato un incidente di percorso, di sicuro abbiamo voglia di riscattarci" ha concluso il giovane trequarti della Benetton Treviso.


  • shares
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina: