Sei Nazioni 2011 - Il Galles rinasce al Murrayfield

sco-wal_6n2011_post.jpg Sembrava candidata a giocarsi il cucchiaio di legno tra due settimane al Flaminio, invece il Galles di Warren Gatland rinasce dalle proprie ceneri ed espugna il Murrayfield di Edimburgo, mandando in crisi il castello costruito da Andy Robinson. Un 6-24 netto, costruito meritando in entrambi i tempi che rilancia le quotazioni dei Dragoni, mentre per la Scozia un ridimensionamento importante e sogni di gloria che si spengono.

Una meta per tempo per Shane Williams permette al Galles un bel successo per 24-6 sulla Scozia nell'RBS 6 Nations. Il Galles e Warren Gatland erano sotto forti pressioni dopo aver inanellato otto sconfitte consecutive e Williams ha messo fine al Murrayfield a questo record non certo entusiasmante. Sono bastate le due mete di Williams e i 14 punti di James Hook, a questo giro schierato ad apertura, per avere la meglio di una Scozia non certo bella né cattiva.
I padroni di casa portano a casa solo sei punti con Dan Parks, ma pagano diversi errori stupidi, non riuscendo ad approfittare di un doppio vantaggio numerico nel primo tempo. Il Galles ottiene ciò che non gli era riuscito una settimana fa con l'Inghilterra, ottenendo il massimo dalle occasioni avute per muovere il tabellino. La sterilità di Cardiff è un lontano ricordo quando dopo soli otto minuti Shane Williams realizza la prima meta della giornata. Hook, schierato al posto di Stephen Jones, fa il break decisivo e libera l'ala degli Ospreys per la sua 52a meta con il Galles. Hook trasforma per il 7-0.
Ma James Hook si eleva a protagonista di questo avvio di partita, e pochi minuti dopo allunga grazie a un piazzato, ripetendosi altre due volte nel giro di dieci minuti per un parziale di 16-0. La Scozia rischia di restare in 14 per un brutto fallo di Hugo Southwell che placca in aria Lee Byrne, ma lo scozzese esce solo per sangue, nonostante le proteste gallesi. Alla supremazia gallese la Scozia risponde solo con un calcio di Parks, ma soprattutto i padroni di casa non sanno approfittare dei cartellini gialli che vengono comminati prima a Bradley Davies e poco dopo a Jamie Roberts che lasciano gli ospiti in 13. Ma la superiorità numerica va di pari passo con l'incapacità di concretizzare degli scozzesi che, come detto, non vanno più in là di un piazzato che chiude il primo tempo sul 3-16 per il Galles. Ospiti che ci mettono davvero il cuore per resistere in inferiorità e che vanno negli spogliatoi meritatamente in vantaggio.
Il Galles riprende il match come aveva finito il primo tempo, ma James Hook non riesce ad allungare il vantaggio quando al 46' sbaglia una punizione dalla distanza. Non sbaglia, invece, Dan Parks che riporta la Scozia sotto di soli 10 punti, ma è una fiammata che si spegne velocemente. Ma la Scozia continua a mancare gli appuntamenti importanti e a non concretizzare le occasioni, e così è il Galles a marcare di nuovo punti con il solito Hook dalla piazzola. A chiudere definitivamente il match, a undici minuti dal termine, la seconda meta della giornata del folletto Williams, che raccoglie un difficile ovale e ringrazia camminando fin oltre la linea di meta. Hook sbaglia la trasformazione, ma ormai il Galles ha vinto ed è rinato. Si spegne, invece, la Scozia alla seconda sconfitta consecutiva nel torneo..


SCOZIA - GALLES 6-24
Sabato 12 febbraio, ore 18.00 - Murrayfield, Edimburgo
Scozia:
15 Hugo Southwell, 14 Nikki Walker, 13 Joe Ansbro, 12 Nick De Luca, 11 Max Evans, 10 Dan Parks, 9 Rory Lawson, 8 Kelly Brown, 7 John Barclay, 6 Nathan Hines, 5 Al Kellock (capt), 4 Richie Gray, 3 Euan Murray, 2 Rosss Ford, 1 Allan Jacobsen.
In panchina: 16 Scott Lawson, 17 Moray Low, 18 Richie Vernon, 19 Ross Rennie, 20 Mike Blair, 21 Ruaridh Jackson, 22 Sean Lamont.
Galles: 15 Lee Byrne, 14 Morgan Stoddart, 13 Jamie Roberts, 12 Jonathan Davies, 11 Shane Williams, 10 James Hook, 9 Mike Phillips, 8 Ryan Jones, 7 Sam Warburton, 6 Dan Lydiate, 5 Alun Wyn Jones, 4 Bradley Davies, 3 Craig Mitchell, 2 Matthew Rees (c), 1 Paul James.
In panchina: 16 Richard Hibbard, 17 John Yapp, 18 Jonathan Thomas, 19 Josh Turnbull , 20 Tavis Knoyle, 21 Stephen Jones, 22 Rhys Priestland.
Arbitri:
George Clancy (Ireland);  Romain Poite (France), Simon McDowell (Ireland); Graham Hughes (England)
Marcatori: 7' m. Williams tr. Hook, 13' cp. Hook, 18' cp. Hook, 21' cp. Hook, 31' cp. Parks, 58' cp. Parks, 65' cp. Hook, 69' m. Williams
Cartellini gialli:
23' Davies, 27' Byrne

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: