Sei Nazioni 2011 - L'Inghilterra vince al piccolo trotto

wal-eng_post_6N2011.jpg Tiene il Galles in partita forse un po' troppo, accetta il rugby frenetico messo in campo dai Dragoni, non sa piazzare il colpo del ko e, alla fine, vince senza entusiasmare. L'Inghilterra espugna il Millennium Stadium, ma non mostra quel rugby che qualcuno si sarebbe potuto aspettare e, soprattutto, il Galles resta in partita fino al termine. Ma, alla fine, conta chi vince e gli uomini di Martin Johnson portano a casa un primo, importantissimo, successo.

Chris Ashton è stato l'eroe dell'Inghilterra marcando le due mete che permettono al XV di Martin Johnson di portare a casa una vittoria fondamentale nella corsa all'RBS 6 Nations. L'ala dei Northampton Saints ha marcato una meta in ogni metà campo, mentre un quasi perfetto Toby Flood al piede regala la vittoria a Martin Johnson. Flood ha realizzato, infatti, 13 dei 26 punti della sua squadra, mentre il Galles ha risposto colpo su colpo con la meta di Morgan Stoddart e 11 punti al piede con Stephen Jones.
E' il Galles la prima ad avere un'occasione di marcare punti, quando l'Inghilterra viene punita in mischia e James Hook sbaglia un piazzato non facilissimo. Tre minuti dopo è Stephen Jones a imitare James Hook e a sbagliare un piazzato facile. E dopo due occasione perse, ecco che il Galles subisce. L'Inghilterra trova al 14' una difesa gallese fuori fase, Toby Flood fa il buco, poi cede l'ovale a Chris Ashton che si tuffa tra i pali per il 7-0 grazie ai due punti aggiuntivi dell'apertura dei Leicester Tigers.
Poco dopo un fallo di Andy Powell porta Flood di nuovo sulla piazzola e permette all'Inghilterra di andare avanti sul 10-0. Cinque minuti dopo, finalmente, il Galles porta punti sul tabellino e lo fa con Jones che non sbaglia un piazzato non impossibile. Tre punti che ridanno forza al Galles che in questa fase del match sembra in grado di imporre la propria forza sull'Inghilterra. Prima Hook che libera Stoddart a un passo dalla meta, poi Louis Deacon si sacrifica, prendendo un cartellino giallo, ma rendendo impossibile marcare la meta al Galles. Il momentum dei Dragoni, quindi, porta solo tre punti sul tabellino, con anzi l'Inghilterra che prima del riposo segna altri tre punti con Flood, ancora una volta per un fallo di Powell.
L'inizio ripresa vede subito il Galles riaccorciare le distanze, portandosi a -4 grazie al solito piede di Jones, cui però poco dopo risponde Flood. A peggiorare le cose per i padroni di casa arriva il giallo a Craig Mitchell, che al Galles costa la seconda meta del match di Chris Ashton che sembra poter chiudere la partita, grazie anche alla trasformazione di Flood.
Ma il Galles non è mai morto, e l'Inghilterra non sa uccidere il match, e a venti minuti dal termine ecco che il centro degli Scarlets Jonathan Davies trova il buco vincente che libera Stoddart che può volare in meta e porta il match sul 23-16 grazie alla trasformazione di Jones.
I padroni di casa premono a questo punto sull'acceleratore e riescono ad accorciare ancora il distacco grazie al piazzato di James Hook dopo un fallo in ruck del centro inglese Shontayne Hape. Ma a spegnere i sogni dei padroni di casa e lanciare l'Inghilterra nella corsa al Sei Nazioni 2011 è Jonny Wilkinson, entrato da pochi minuti, che piazza i tre punti che riportano a più sette gli ospiti e chiudono virtualmente il match.


GALLES - INGHILTERRA 19-26
Venerdì 4 febbraio, ore 20.45 - Millennium Stadium, Cardiff
Galles: 15 James Hook, 14 Morgan Stoddart, 13 Jamie Roberts, 12 Jonathan Davies, 11 Shane Williams, 10 Stephen Jones, 9 Mike Phillips, 8 Andy Powell, 7 Sam Warburton, 6 Dan Lydiate, 5 Alun Wyn Jones, 4 Bradley Davies,3 Craig Mitchell,2 Matthew Rees (c), 1 Paul James.
In panchina: 16 Richard Hibbard, 17 John Yapp, 18 Ryan Jones, 19 Jonathan Thomas, 20 Dwayne Peel, 21 Rhys Priestland, 22 Lee Byrne.
Inghilterra: 15 Ben Foden, 14 Chris Ashton, 13 Mike Tindall (c), 12 Shontayne Hape, 11 Mark Cueto, 10 Toby Flood, 9 Ben Youngs, 8 Nick Easter, 7 James Haskell, 6 Tom Wood, 5 Tom Palmer, 4 Louis Deacon, 3 Dan Cole, 2 Dylan Hartley, 1 Andrew Sheridan.
In panchina: 16 Steve Thompson, 17 David Wilson, 18 Simon Shaw, 19 Joe Worsley, 20 Danny Care, 21 Jonny Wilkinson, 22 Matt Banahan.
Arbitri: Alain Rolland (Ireland); Alan Lewis (Ireland), Simon McDowell (Ireland); Jim Yuille (Scotland)
Marcatori: 14' m. Ashton tr. Flood, 18' cp. Flood, 22' cp. S. Jones, 29' cp. S. Jones, 31' cp. Flood, 44' cp. S. Jones, 46' cp. Flood, 55' m. Ashton tr. Flood, 60' m. Stoddart tr. S. Jones, 70' cp. Hook, 75' cp. Wilkinson
Cartellini gialli: 27' Deacon, 46' Mitchell


  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: