Sei Nazioni 2011 - Francia vs. Scozia: che sia la volta buona?

fra-sco_pre_6N2011.jpg E' il match conclusivo della prima giornata dell'RBS Six Nations 2011 ed è la sfida che può e deve dire tanto. Deve dire se la Francia è quella di un anno fa, devastante, o quella balbettante degli ultimi 10 mesi. E deve dire se questa Scozia può soggiornare nei piani alti dell'elite continentale e se può farlo facendo lo scalpo ai campioni in carica. La Scozia non ha mai vinto il Sei Nazioni. Oggi si saprà se è possibile che sia la volta buona.

La Scozia di Andy Robinson dovrà sfatare due tabù se vorrà ottenere la prima vittoria allo Stade de France nell'RBS 6 Nation. Gli scozzesi, infatti, hanno perso tutti gli incontri d'apertura del torneo negli ultimi 11 anni, a esclusione dell'edizione 2006, quando batterono proprio la Francia. E con due sole vittorie negli ultimi 42 anni a Parigi, la sfida contro i Bleus è un test importantissimo per una squadra che arriva a questo appuntamento forte dei successi in Argentina e dello scalpo del Sud Africa a novembre.
Dovendo fare a meno di Johnnie Beattie, Robinson ha deciso di portare in terza linea Nathan Hines, affiancandolo a John Barclay, il quale è certo che la Scozia continuerà il trend positivo di cinque successi negli ultimi sei match.
"Siamo fiduciosi del lavoro che stiamo facendo. Abbiamo ottime sensazioni nella squadra e crediamo completamente in noi stessi - le parole del flanker dei Glasgow Warriors -. Sarà una sfida molto fisica, ma è una cosa che a noi scozzesi piace."Ma sappiamo anche che se non giochiamo al meglio delle nostre possibilità, allora risultati come quello contro la Nuova Zelanda arrivano. Concentriamoci su questo match, poi vedremo". I campioni in carica, e detentori del Grande Slam, della Francia arrivano a questo appuntamento con coach Marc Lievremont sotto notevole pressione.
Dalla netta sconfitta per 59-16 contro l'Australia a novembre, l'allenatore francese ha preso maggior controllo dell'intera gestione delle squadra, prendendosi anche delle responsabilità enormi con alcune scelte per sabato.
Damien Traille è stato spostato a estremo, dopo le fallimentari prove ad apertura, con il centro Maxime Mermoz che prende il posto di Yannick Jauzion. Mermoz farà coppia con Aurélien Rougerie, il suo sesto partner in altrettanti match giocati, ed è sicuro di mettere in seria difficoltà la Scozia. "Aurélien anticipa molto durante la gara, e so che se farò un break lui sarà lì, alle mie spalle - le parole del centro di Perpignan -. La parte più dura sarà la difesa. "Dobbiamo lavorare per trovare quei sincronismi che ci permettano le scelte giuste in qualsiasi situazione".


FRANCIA - SCOZIA
Sabato 5 febbraio, ore 18.00 - Stade de France, Parigi
Francia:
15 Damien Traille, 14 Yoann Huget, 13 Aurelien Rougerie, 12 Maxime Mermoz, 11 Maxime Medard, 10 Francois Thrinh-Duc, 9 Morgan Parra, 8 Imanol Harinordoquy, 7 Julien Bonnaire, 6 Thierry Dusautoir (c), 5 Lionel Nallet, 4 Julien Pierre, 3 Nicolas Mas, 2 William Servat, 1 Thomas Domingo.
In panchina: 16 Guilhem Guirado, 17 Luc Ducalcon, 18 Jerome Thion, 19 Sebastien Chabal, 20 Dimitri Yachvili, 21 Clement Poitrenaud, 22 Vincent Clerc.
Scozia: 15 Hugo Southwell , 14 Nikki Walker, 13 Joe Ansbro, 12 Nick De Luca, 11 Max Evans, 10 Dan Parks, 9 Rory Lawson, 8 Kelly Brown, 7 John Barclay, 6 Nathan Hines, 5 Alastair Kellock (c), 4 Richie Gray, 3 Euan Murray,2 Ross Ford, 1 Allan Jacobsen.
In panchina: 16 Dougie Hall, 17 Moray Low, 18 Richie Vernon, 19 Ross Rennie, 20 Mike Blair, 21 Ruaridh Jackson, 22 Sean Lamont.
Arbitro:
Wayne Barnes


  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: