Top 14 - Contesta l'arbitro, sessanta giorni di squalifica per Berbizier

bbz_squalifica.jpg


Costa cara a Pierre Berbizier la provocazione prima della sfida tra Racing Metrò e La Rochelle dello scorso 11 settembre, sesto turno del Top 14. In quell'occasione il coach dei parigini attaccò duramente la designazione arbitrale per il match, parlando di "provocazione" e di "fastidio". Un attacco che ora Berbizier paga con due mesi di squalifica.

La commissione disciplinare della LNR ha dato 60 giorni di squalifica a Pierre Berbizier, coach del Racing Metrò di Parigi, per aver messo in cattiva luce il rugby e averne minato l'essenza stessa. Berbizier, infatti, aveva rilasciato delle pesanti dichiarazioni nei confronti dell'arbitro Christophe Berdos alla vigilia del match tra il Racing Metrò e La Rochelle dell'11 settembre scorso. "Non ho alcun piacere a rivedere questa persona sul prato, la vedo come una provocazione" le parole dell'ex allenatore dell'Italia, parole che si riferivano chiaramente a un precedente tra il Racing e il signor Berdos. Più precisamente alla partita dello scorso 7 maggio, quando i parigini persero (e vennero eliminati) con il Clermont, che poi vincerà il campionato. In quell'occasione l'arbitraggio di Berdos fu aspramente criticato da Berbizier che imputò all'arbitro la sconfitta della sua squadra.
E' bastato un accenno a quel match e un dubbio sollevato sulle designazioni arbitrali e Berbizier è stato subito, pesantemente, punito. Due mesi lontano dalla panchina del Racing Metrò, quindi, sperando che il 28 novembre, quando tornerà, non ci sia Berdos in campo!


P.S. Christophe Berdos sarà l'arbitro di Italia-Australia del prossimo 20 novembre a Firenze. Fortuna che Pierre non è più sulla panchina azzurra...

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: